Chiude i battenti Dismaland, il luna park “inquietante” [FOTO]

  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
  • LaPresse/PA
    LaPresse/PA
/
MeteoWeb

Chiude Dismaland, il luna park tetro, cinico, provocatorio e anti-capitalista allestito nel Somerset da Banksy

Nelle foto a corredo dell’articolo il giorno di chiusura di Dismaland, il luna park tetro, cinico, provocatorio e anti-capitalista allestito nel Somerset da Banksy. Dismaland, l’ultima provocazione di Banksy e di certo una delle piu’ ambiziose mai intraprese dall’artista inglese, è stata aperta al pubblico dallo scorso 21 agosto e chiuderà domani domenica 27 settembre. Banksy, il graffitista più famoso e misterioso al mondo, è riuscito a creare una suggestiva installazione temporanea nel Somerset, con ruote panoramiche arrugginite, un autoscontro gestito dalla Morte, la giostra dei cavalli sorvegliata da un macellaio e carrozze di principesse rovesciate: un mondo che, di fiabesco, ha mantenuto solo le sfumature più inquietanti.