Christmas Island: l’isoletta popolata da milioni di granchi rossi [FOTO]

/
MeteoWeb

La stagione delle piogge trasforma l’isoletta di Christmas Island in un tappeto rosso: sono i milioni di granchi rossi in marcia verso le spiagge dell’Oceano Indiano per la riproduzione

Chiristmas Island è una piccola isola dell’Oceano Indiano, situata a nord-ovest del Mainland, abitata da appena 600 persone. Essa presenta una particolarità che la rende unica al mondo: nella stagione della piogge si può assistere alla spettacolare migrazione di granchi rossi… un fenomeno decisamente affascinante ed esclusivo che incanta tantissimi visitatori. Milioni di granchi rossi (Gecarcoidea natalis) creano un meraviglioso tappeto mobile, arrampicandosi su e giù per le scogliere, passando attraverso le case e le strade, scavalcando ostacoli , in marcia attraversando le foreste pluviali per raggiungere le spiagge dell’Oceano Indiano per la riproduzione.  Da tempo il fenomeno è documentato con foto e video. Gli abitanti della Christmas Island sono abituati a vedere questo spettacolo, tanto da aver sviluppato un istinto protettivo, cercando di ridurre le morti accidentali attraverso la costruzione di ponticelli o deviando le strade. Proprio su queste ultime non è raro trovare cartelli che invitano gli automobilisti a fare attenzione. Sulle rive, i granchi maschi scavano le tane in cui avviene l’accoppiamento con le femmine. Le uova si schiuderanno dopo circa un mese in acqua. I granchietti, anche se grandi appena 5 mm di diametro, lasceranno poi la riva per migrare verso l’interno e dopo 9 giorni di marcia raggiungeranno l’altopiano, per poi rimettersi in viaggio solo quando, anche per loro, arriverà l’età dell’accoppiamento, percorrendo la strada già fatta ma al contrario, Si tratta di animali in genere molto pigri. Dove trovano, quindi, le risorse per un’impresa così titanica, costellata di pericoli? Un team di ricercatori dell’University of Bristol in Gran Bretagna, conducendo alcune analisi sul fluido circolatorio (equivalente del sangue) dei granchi migrati, ha scoperto che un aumento dell’ormone iperglicemico (o glucagone) dei crostacei, combinato con il glucosio, un zucchero che produce energia, procura loro la forza necessaria per l’epica traversata dell’isola. Il sistema endocrino dei granchi accumula una quantità di zuccheri sufficiente per consentire loro il ritorno a casa nella foresta pluviale.