Cristiano Ronaldo scoppia in lacrime per il padre scomparso: “Non mi ha visto diventare quello che sono” [FOTO e VIDEO]

Anche se sul campo li vediamo sempre forti, invincibili e instancabili, anche i campioni hanno un cuore: quello di Cristiano Ronaldo è venuto fuori chiaramente quando si è trattato del padre defunto

/
MeteoWeb

Siamo abituati a vederli sempre così, i campioni dello sport: battaglieri, tenaci e sempre pronti a reagire. A maggior ragione se il campione in questione è la stella del calcio Cristiano Ronaldo. Vincitore di innumerevoli trofei, premi e riconoscimenti, sempre al top della forma nonostante l’età che avanza, Cristiano Ronaldo è senza dubbio esempio di grande forza, tenacia, passione e talento, capace di affrontare e superare grandi sfide, quelle che poi lo hanno portato ad essere uno dei calciatori più grandi di tutti i tempi. L’immagine che abbiamo della stella della Juventus è quella di un calciatore atletico, potente, invincibile e instancabile, ma anche i campioni hanno un cuore e forse questo è il lato che siamo meno abituati a vedere.

In un’intervista con Piers Morgan per “Good Morning Britain”, Ronaldo è scoppiato in lacrime dopo un video che non aveva mai visto prima del padre defunto, José Dinis Aveiro, in cui diceva di essere orgoglioso di suo figlio. L’uomo è morto nel 2005 all’età di 52 anni per insufficienza epatica a causa dell’abuso di alcol, perdendosi la maggior parte dei traguardi raggiunti da Cristiano Ronaldo durante la sua carriera, così come la nascita dei suoi 4 figli.

Dopo aver visto il video del padre che lo elogiava nel 2004, nel video che trovate in fondo all’articolo e nella gallery scorrevole in alto, si vede Ronaldo mentre si asciuga le lacrime, dicendo: “Non ho mai visto il video, scusate”. Morgan a questo punto chiede: “Cos’è triste per te?”. E il campione portoghese risponde: “Essere il numero 1 e lui non ha visto nulla. Non mi ha visto ricevere premi. Non ha visto cosa sono diventato. La mia famiglia ha visto, mia madre, i miei fratelli, persino mio figlio. Ma mio padre non ha visto nulla”. Parlando della sua relazione con il padre, Ronaldo ha detto di averlo mai conosciuto pienamente: “Non conosco mio padre al 100%. Era una persona ubriaca. Non ho mai parlato con lui, come una normale conversazione. Era difficile”.

Un altro spezzone dell’intervista vede il portoghese parlare della vergogna che ha provato riguardo all’accusa di stupro mossa contro di lui. Kathryn Mayorga ha sostenuto che Ronaldo avesse abusato di lei in una stanza d’albergo di Las Vegas nel 2009, affermazione che il portoghese ha sempre negato categoricamente. Durante l’intervista ha detto: “Giocano con la tua dignità. È dura. Hai una fidanzata, una famiglia, bambini. Quando giocano con la tua onestà, è dura, è difficile. Un giorno, ero a casa in salotto con la mia fidanzata e il telegiornale parlava di Cristiano Ronaldo, questo e quello. Ho sentito i bambini scendere le scale e ho cambiato canale perché ero imbarazzato, ho provato vergogna”.