Crollo palazzina a Catania, l’esplosione alle 02:20 della notte: l’uomo ustionato miracolato dal frigorifero

  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
  • LaPresse/Andrea Di Grazia
    LaPresse/Andrea Di Grazia
/
MeteoWeb

“Molto probabilmente è stata una fuga di gas. Alle 2.20 l’esplosione ha provocato lo squarcio in tutto l’immobile. Una palazzina collegata, che rappresenta un’altra ala della struttura, è stata resa inagibile così come l’altra parte dell’edificio. Gli appartamenti dalla parte opposta della strada hanno subito dei danni alle finestre”. Così Domenico Trovato, ispettore dei vigili del fuoco, intervistato a Sky tg24 dopo l’esplosione di una palazzina di tre piani nella notte a Catania in cui è morta una donna di 85 anni, Agata Strano, che viveva da sola.

“L’uomo ustionato ricoverato al Civico di Palermo si e’ miracolosamente salvato perche’, durante il crollo, e’ stato protetto da un frigorifero”. Lo ha detto Salvatore Giudice, il caposquadra dei pompieri che ha tirato fuori dai cumuli di mattoni e calcinacci il sessantenne che viveva al primo piano della palazzina crollata nella notte a Catania. “Lo abbiamo individuato non appena siamo intervenuti – ha aggiunto il vigile del fuoco – abbiamo scavato subito un cunicolo e non appena lo abbiamo individuato, lo abbiamo tirato fuori dal retro dello stabile crollato. E’ stato veramente miracolato”.

“Gli sfollati per il crollo della palazzina di via Crispi saranno ospitati in un albergo di via Etnea, e saranno accuditi con ogni attenzione, come e’ giusto che si faccia in questi casi”. Lo ha reso noto il sindaco di Catania, Enzo Bianco, dopo un sopralluogo sul posto del disastro. “La bambina l’ho vista – ha aggiunto il sindaco parlando della piccola ferita dalla macerie – c’e’ una prognosi riservata per le ferite alla testa, ma c’e’ un piccolo segnale di speranza. Alle 19 ci sara’ bollettino medico. La piccola e’ di una tenerezza straordinaria: ha 10 mesi… Sono stato a lungo con la madre. Speriamo – ha auspicato il sindaco – che ci facciano la grazia che si salvi. E’ la prima figlia della donna e sarebbe veramente bello potere superare questo bruttissimo trauma”.