Ecco gli 8 Paesi in cui trasferirsi e vivere felici [FOTO]

/
MeteoWeb

Ecco, l’elenco dei paesi in cui trasferirsi per vivere una vita tranquilla e felice

Sia se sei un pensionato (o a breve lo sarai) o un giovane in cerca di lavoro, sei, indubbiamente, consapevole delle difficoltà che il nostro paese sta vivendo. Alcuni di noi, però, sono stanchi di continuare ad annaspare in questo mare di tasse, disoccupazione e costo della vita. In molti sognano, da diverso tempo, di andare via e iniziare una nuova vita in nuovo paese. E’ consigliabile, però, avere qualche informazione sui paesi, in cui conti di trasferirti. In questo elenco troverai solo alcuni dei paesi consigliabili per cambiare vita e rimanerci, magari, per sempre con tutte le informazioni utili e necessarie. Iniziamo dalla:

THAILANDIA

isole-thailandia-piu-belleNonostante in molti siano dell’opinione, che con 20-60 euro è possibile trovare un alloggio con tutti i comfort, la realtà si presenta in maniera del tutto diversa. Chi di noi vorrebbe avere una sistemazione accettabile necessita di una cifra che varia dai 500 ai 1500 euro mensili. Gli affitti variano dai 150 ai 300 euro, così come i pasti variano in base al luogo di consumazione, dall’euro chiesto dall’ambulante in strada ( assolutamente sconsigliato) ai 30 euro a persona spesi in un ottimo ristorante thailandese. Altro fattore importante è l’assicurazione sanitaria, che varia dai 250 ai 1000 euro, unito al visto annuale che costa intorno ai 100 euro. Se questi prezzi vi sembrano elevati per un paese come la Thailandia, è sempre possibile entrare a far parte di una delle tante tribù che abitano le montagne, con uno stile di vita quasi primitivo e a cui non è ancora stata riconosciuta la cittadinanza. Se invece vi sembrano più che accettabili, vi consigliamo di considerare anche il fattore climatico, che prevede caldo per quasi tutto l’anno tranne che nei mesi delle piogge. Se non vi abbiamo ancora convinto, sappiate che questo paese è conosciuto come il “paese del sorriso”.

BELIZE

Belize1Oltre a possedere una delle barriera corallina tra le più belle del mondo, il Belize è rinomato per essere uno dei paesi in cui il costo della vita si aggira intorno ai 150-250 euro. La popolazione è estremamente povera, quindi, è molto facile, per noi occidentali risiedere sopra la media. Considerate, però, che così è meno facile trovare lavoro; in quanto un operaio del luogo richiederà una cifra molto molto più bassa della nostra. Ottima motivazione, però, per chi vorrebbe aprire un’attività. Da considerare, anche qui, il fattore climatico, ma soprattutto la necessità assoluta di  un’assistenza sanitaria visto il poco igiene a cui il paese è abituato.

costa-rica-spiaggia-palmeCOSTA RICA

Considerato il paese in cui la popolazione è la più felice al mondo, il Costa Rica è rinomato per diversi motivi. Prima di tutto, l’assenza di un esercito. La politica nazionale ha deciso di investire in sistemi quali l’educazione e la salute, tanto che la Organizzazione Mondiale della Salute lo loda per la sua attività, piuttosto che nel sistema militare. Nonostante la sua fama di essere un paradiso fiscale, rimane, comunque un ottimo paese per investire. Considerate, infatti, che su un’attività si pagano solo il 10-12% di tasse sul fatturato.  Il costo della vita è sicuramente inferiore a quello italiano e a quello di molto altri paesi, considerate che bastano solo tra gli 800 e i 1400 euro.

AUSTRALIA

paesaggi_ayer_rock_australiaNonostante il sistema educativo e i servizi per l’infanzia sia appena sufficiente, il costo della vita è medio- alto. Vi è da dire che, per quanto da turista il paese possa sembrarci molto caro, in realtà il potere d’acquisto è proporzionale ai salari. E’ molto facile trovare lavoro, vista la scarsa diversificazione delle professioni, tanto che il tasso di disoccupazione è solo al 5%. Anche qui è necessaria l’assistenza sanitaria che costa intorno ai 432 euro ed è prevista una tassa automobilistica intorno ai 180 euro l’anno.

SVIZZERA

8421476-inverno-nelle-alpi-svizzere-melchsee-frutt-lucerna-svizzeraPer quanto sia considerato uno dei paesi più freddi dal punto di vista umano, l’economia e il tenore di vita è stabile. Gli stipendi sono molto elevati e proporzionali al costo della vita. Per chi è desideroso di aprire un’azienda, dovrà affrontare una burocrazia minore. Tanto che, per aprire un’azienda è necessario solo depositare il capitale sociale e costituire la propria società in uno studio notarile.

singapore_swimming-in-the-sky_9SINGAPORE

Al primo posto come qualità di vita, benessere e sicurezza. E’ uno dei paesi più ricchi del sud-est asiatico. L’unica difficoltà è potersi trasferire stabilmente. Infatti, come per gli Stati Uniti anche per Singapore è necessario essere chiamati da un’azienda per lavorare. E’ richiesta una business card con tutte le proprie credenziali. I costi variano in base alle necessità. Per il cibo, ad esempio si può andare dai 3 euro ai 600 euro. Chi non è amante dei mezzi pubblici, deve essere a conoscenza che per acquistare una macchina deve possedere un “certificate of entitlement”, che è valido per circa 10 anni e viene messo all’asta in date e in numero prestabilito. Ottimo per i bambini, è un posto in cui il verde e la cura dell’ambiente è fondamentale.

CANADA

info_util_canadaConsiderato tra i migliori per qualità di vita, accoglienza e rispetto dell’ambiente. Dal punto di vista lavorativo offre molte più opportunità degli Stati Uniti. Per gli italiani sotto i 35 anni, è prevista la possibilità di una vacanza-lavoro per 6 mesi. E’ importante rispettare tale progetto, altrimenti, vi è il rischio di non poter più entrare in Canada per almeno 10 anni.

NORVEGIA

1452115_663116953721850_1991968795_nE’ uno dei paesi più sicuri e puliti in Europa e nel mondo. Vi è un’elevata richiesta di professionisti a cui saranno attribuiti stipendi alti. Il tasso di disoccupazione si aggira intorno al 3%. La dichiarazione dei redditi vi arriva comodamente a casa, ma sappiate che questo significa che lo Stato è a conoscenza della vostra situazione economica. Le tasse sono proporzionate ai servizi. Cosa fondamentale l’istruzione è gratuita dall’asilo fino all’università. E’ un paese altamente meritocratico, infatti, non si fa nessuna distinzione di genere o età. Le persone con una età superiore ai 67 anni, percepiscono una pensione mensile pari a 1012 euro e hanno molti sconti ad agevolarli. La Norvegia, infatti, spende circa il 5% del proprio PIL in trasferimento di denaro verso la popolazione più vecchia. I climi sono molto differenti da quelli a cui siamo abituati, la temperatura, infatti, può scendere fino a sotto i 20°.