Ecco la classifica delle 25 migliori invenzioni del 2015

/
MeteoWeb

Dal materasso in scatola alla padella che ti dice come cucinare, ecco le 25 migliori invenzioni del 2015

Tra un mese festeggeremo la fine del 2015 e l’inizio del 2016. Ecco perchè non poteva di certo mancare la lista delle migliori invenzioni del 2015. Ogni anno, infatti, il TIME stila una classifica in cui raggruppa tutte le invenzioni che hanno cambiato la nostra vita, tanto da renderci dipendenti. Non ci credete? Bene, iniziamo subito con l’hoverboard. La straordinaria tavola con le ruote è l’oggetto più utilizzato al mondo. Star come Justin Bieber, Jimmy Fallon e Kendall Jenner ne vanno pazzi. Il dispositivo è costituito da giroscopi elettrici, utili per bilanciare il peso del soggetto che ci salta su e permettergli di muoversi avanti, indietro ed in giro. Per i più atletici, l’hoverboard permette anche di poter compiere tutta una serie di acrobazie, che aumentano ancora di più il divertimento. In molti, vedono in questo nuovo strumento un possibile futuro mezzo di trasporto. Purtroppo, però, ogni divertimento ha un costo e l’hoverboard varia dai 350 dollari ai 1700 dollari, il prezzo varia in base alla fattura e al marchio di fabbrica. Si classifica al secondo posto: l’underground park. Il parco sotto terra, che prende il nome di Loveline è stato progettato per rimodernare una vecchia stazione abbandonata. Siamo a New York, sotto le strade della Lower East Side. Gli ideatori del progetto sono Dan Barash e James Ramsey, che hanno deciso di creare un parco verde, ricco di piante aree dove rilassarsi al sole. Attraverso un sistema che cattura la luce sarà possibile godere della pace e della tranquillità, come se fossimo in un parco normale.

Eko-CoreSempre sul podio, arriva al terzo posto lo “sniffa glutine“. Per i celiaci o coloro che sono sensibili al glutine andare al ristorante non è poi così facile. Ecco che, proprio per questo è stato ideato il sensore Nima, che permette di testare qualsiasi tipo di cibo e individuare anche la più piccola traccia di glutine, in meno di due minuti. Dovrebbe essere già disponibile il prossimo anno. Al quarto posto troviamo le orecchie bioniche. Avete un vicino rumoroso? Bene, potete cancellare i suoi rumori, con questi simpaticissimi auricolari. Attraverso un’app per smartphone, ognuno potrà scegliere di abbassare la frequenza a livello che più desidera. I primi auricolari potrebbero essere disponibili già a dicembre. Al quinti posto troviamo, invece, lo stetoscopio intelligente. Una parte importante della medicina è ascoltare il battito cardiaco, ovviamente con lo stetoscopio. Eko Core è una applicazione che collegata ad uno stetoscopio permette di inviare dati ai medici, grazie ai loro smartphone. Questa applicazione analizza la registrazione e la compare con i dati precedenti, in modo da poter rilevare aritmie, anomalie cardiache e altre malattie e tutte le condizioni che, normalmente non possono essere rilevate. Al modico costo di 199 dollari, potrebbe permettere l’eliminazione di molti esami medici. Sesto posto per il visore che esalta Windows 10. Tutti abbiamo desiderato almeno una volta degli occhiali, capaci di poter creare delle scappatoie e permetterci di vivere o rivivere esperienze uniche. In realtà il visore creato da Windows esaltano la realtà, sovrapponendo gli ologrammi di luoghi esistenti. Gli Hololens sono utilizzati già dalla NASA, utili per simulare il terreno di Marte o da molti studenti di medicina per sezionare corpi virtuali.

banza5Al settimo posto la pasta di ceci, che sostituisce la pasta tradizionale. Questa tipologia di pasta è molto più sana e contiene il doppio delle proteine e quattro volte in più di fibre. Oltre ad essere, senza glutine e avere meno carboidrati. Insomma, la pasta perfetta. Tranquilli, il gusto sembra essere ottimo; visto che, negli Stati Uniti, è uno dei prodotti più venduti al mondo. A breve, potrebbe arrivare la pizza ai cereali. Ottavo posto per Juno, il test del Dna a portata di mano. Questo dispositivo permette di poter copiare un ceppo e confrontarlo con tanti altri. Il dispositivo potrebbe permettere di identificare i donatori di midollo osseo o curare malattie genetiche nel minor tempo possibile. Gli appartamenti per i senzatetto arrivano al nono posto. I 102 prefabbricati creati a Los Angeles, prevedono una clinica al piano terra, un giardino, una pista di atletica e degli spazi per aule. L’obbiettivo è quello di poter creare una comunità, in grado di poter dare equilibrio alla vita di senzatetto e tossicodipendenti. Decimo posto per il camion trasparente. Ogni anno milioni di persone muoiono in incidenti stradali e questa sembra essere causata, in particolar modo, da scarsa visibilità dovuta al passaggio di camion. Proprio per questo, è stato ideato, da Samsung e l’agenzia di Leo Burnett, un camion con quattro videocamere sul dorso, che permettono di vedere ciò che vi è in strada. Undicesimo posto per la fascia per monitorare il proprio bebè. La fascia Sproutling permette di monitorare la frequenza cardiaca dei nostri bambini, la sua temperatura corporea e informa i genitori di qualsiasi pericolo, tramite un’app per smartphone.

content_small_Schermata_2015-09-09_alle_19.31.44Dodicesimo posto per l’aeroporto per droni, che sorgerà in Ruanda. Perchè qui? Nel paese è molto difficile trasportare cibo e cure mediche, per questo motivo i dispositivi potranno trasportare e stazionare in questo territorio. Il progetto potrebbe essere un ottimo punto di partenza per molti altri paesi, che utilizzano i droni per fini commerciali. Tredicesimo posto per lo slip adatto al ciclo. Questi slip potrebbero utilizzare i metodi di assorbimento tradizionali. Infatti, sono lavabili, riutilizzabili e dotati di di quattro strati assorbenti, con tessuto antimicrobico. Tredicesimo posto per il materasso in scatola. Acquistare un materasso è molto complicato, soprattutto per il trasporto. Ecco che, l’azienda Casper ha pensato di creare un materasso in scatola. I clienti potranno scegliere i materassi online, in schiuma sintetica, che una volta arrivato a casa si gonfia da solo come una spugna. Al quattordicesimo posto il pennino per iPad Pro. Questo pennino permette di poter cancellare qualsiasi scritta, di poter scrivere in qualsiasi angolazione, di disegnare o dipingere. Quindicesimo posto per le scarpe facili da allacciare. Matthew Walzer era uno studente del liceo con una paralisi cerebrale, che inviò una lettere alla Nike in cui mostrava uno dei suoi desideri più profondi: essere indipendente, andare al college senza aver bisogno di qualcuno che gli allacciasse le scarpe. Da qui, la Nike ha deciso di cogliere al balzo l’opportunità di creare un nuovo modello di scarpe. Ecco allora che è stata creata Flyease 8, il cui sistema di fissaggio è simile a quello di una porta, si aprono e si chiudono automaticamente.

pantelligentAl diciassettesimo posto per la superpadella. Pantelligent è la padella, che può rispondere a tutte le domande per coloro che decidono di cucinare piatti mai cucinati prima. Innanzitutto scaricate l’App, selezionate la ricetta che più vi piace e poi, tramite Bluetooth e un sensore di calore riesce a fornire tutte le informazioni relative a tempo di cottura  o quando è il momento giusto per girare una bistecca. Diciottesimo posto per il libro da bere. Il libro ha la capacità di poter purificare l’acqua dai batteri. Le pagine, infatti, fungono da veri e propri filtri. E’ vero che, ancora non si sa se può filtrare tutte le tipologie di batteri e virus. Diciannovesimo posto per il crowdfunding per pulire gli oceani. L’idea nasce per l’ammasso di rifiuti di plastica, che invade l’Oceano Pacifico, in particolar modo, ma in tanti altri mari e oceani. Questo procedimento permette di raccogliere i rifiuti in maniera più rapida e meno costosa. Per alcuni, il progetto potrebbe far diminuire i rifiuti in mare del 42% in dieci anni. Al ventesimo posto, il gadget per misurare la qualità dell’aria. Il dispositivo riesce a valutare l’atmosfera in qualsiasi area di misurazione. Il dispositivo può essere utile anche per individuare sacche di polline, in modo da poter aiutare i consumatori che presentino fastidi o allergie. Al ventunesimo posto, la palla che inventa nuovi giochi per chi ama essere sempre in movimento e attivo. Questa palla è indirizzata ai giocatori dai 6 ai 10 anni ed è fornita di led, giroscopio, accelerometri e altoparlanti. Ventiduesimo posto, la realtà fatta in casa. Cosa significa? Che grazie a cartone e forbici è possibile creare un visore di realtà virtuale. Facile no? Al ventitreesimo posto lo strumento universale. Questo strumento racchiude diversi strumenti musicali in uno solo, permettendo così a tutti di diventare versatili. Penultimo posto per la macchina più green al mondo, l’auto a sette posti che si trasforma in uno dei mezzi più sicuri mai inventanti prima. All’ultimo posto, un giocattolo inventato per i vostri figli. Si chiama Dino Green e risponde a tutte le domande dei nostri figli.