Expo: al Padiglione Israele il progetto “ScoobyD”, oggetti e tessuti realizzati con batteri [FOTO]

  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
  • La Presse/ Gian Mattia D'alberto
    La Presse/ Gian Mattia D'alberto
/
MeteoWeb

Ad Expo, al Padiglione Israele è stato presentato il progetto “Scooby D – batteri da indossare e da mangiare”, tessuti e alimenti realizzati con particolare tecnica che rielabora batteri

Oggetti, tessuti e alimenti realizzati con particolare tecnica che rielabora batteri. Non è fantascienza, ma il particolare progetto di un gruppo di ragazzi israeliani chiamato Scooby Do. L’innovativa tecnica permette di realizzare delle trame rivoluzionarie ed ottenere dei materiali da cui ricavare tessuti per realizzare indumenti e persino materiali per produrre oggetti. Nelle immagini a corredo dell’articoli alcune immagini della mostra tenutasi quest’oggi al padiglione Israele: maglie, contenitori