Festa della Repubblica, al via la parata: le parole di Mattarella [FOTO]

  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • Vincenzo Livieri/LaPresse
    Vincenzo Livieri/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
  • AFP/LaPresse
    AFP/LaPresse
/
MeteoWeb

Ha preso il via la parata per il 72/mo anniversario della Repubblica italiana. Il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha raggiunto via del Fori Imperiali a bordo della Flaminia presidenziale scoperta, e ha preso posto sul palco presidenziale dove sono presenti le massime autorità dello Stato.

A rendergli gli onori un reparto di corazzieri a cavallo. Ai Fori Imperiali sfileranno in circa 5.000 tra militari e civili. Presenti anche 260 bandiere e stendardi, 14 bande e fanfare militari, 58 cavalli, 11 unita’ cinofile e 70 veicoli. Anche quest’anno ad aprire la manifestazione ci sono 400 sindaci con le loro fasce tricolore, in rappresentanza di 8.000 comuni italiani.

I “valori di libertà, giustizia, uguaglianza fra gli uomini e rispetto dei diritti sono il fondamento della nostra società ed i pilastri su cui poggia la costruzione dell’Europa. Dalla condivisione di essi nasce il contributo che il nostro Paese offre alla convivenza pacifica tra i popoli ed allo sviluppo della comunità internazionale”, ha detto Mattarella in un messaggio al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano, sottolineando come la Carta sia “architrave delle Istituzioni e supremo riferimento per tutti”.

Gli auguri

“Il #2giugno di 72 anni fa nasceva la nostra #Repubblica per garantire democrazia, libertà, giustizia, diritti, benessere. Un augurio a tutti gli #Italiani, in particolare ai connazionali all’estero, che rendono grande il nostro Paese nel mondo“, scrive la Farnesina sul proprio account Twitter.

“Abbiamo regalato agli italiani una speranza. Dalla speranza bisogna passare ai fatti senza miracoli. Ci sono ministri che per 24 ore lavorano solo per l’interesse del Paese. E’ un buon 2 giugno. Se mi aspettavo di sfilare da ministro? No. Se sono emozionato? Si'”. Ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini a margine della parata del 2 giugno.

Già da oggi pomeriggio sarò al lavoro al ministero, così come tanti altri ministri. Credo che possiamo fare veramente la differenza. Saranno i cittadini a giudicarci, non facciamo annunci. Siamo una bella squadra, molto affiatata e possiamo lavorare bene insieme“, gli fa eco il neo ministro al Lavoro, Luigi Di Maio, arrivando alle celebrazioni per il 2 giugno in via dei Fori Imperiali.

I festeggiamenti a Roma

La rassegna sarà strutturata in 7 settori. In apertura la Banda Centrale dell’Arma dei Carabinieri, le bandiere delle Forze armate e della Guardia di Finanza, i gonfaloni delle Regioni delle Province e dei Comuni italiani, medaglieri e labari delle Associazioni combattentistiche e d’Arma.

Nel primo settore le bandiere Onu, Nato, Ue e quelle degli organismi multinazionali in cui operano le Forze armate. Nel centenario della fine della Prima guerra mondiale sfileranno anche le Bandiere delle Unita’ dei reparti che hanno combattuto durante la Grande guerra.

A seguire la Fanfara della Brigata Sassari e una compagnia interforze in uniforme storica, la compagnia mista delle Associazioni d’Arma, il Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa e i Gruppi Sportivi.

I quattro successivi settori sono dedicati alle singole Forze Armate: Esercito, Marina Militare, Aeronautica e Arma dei Carabinieri. Il sesto settore sarà composto dai Corpi militari e ausiliari dello Stato, tra cui Guardia di Finanza, una compagnia del corpo militare della Croce Rossa e delle Infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana e una compagnia del Sovrano Militare Ordine di Malta.

Il settimo settore comprenderà i Corpi armati e non dello Stato, tra cui la Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Polizia Penitenziaria, Servizio Civile Universale, Corpo di Polizia di Roma Capitale, Compagnia di volontari della Cri e la Protezione Civile. A chiudere la sfilata la fanfara e una compagnia del 1/mo Reggimento Bersaglieri.

Alla fine della rassegna ci sarà il lancio di un paracadutista militare con un vessillo tricolore di 400 metri quadrati. Antonio De Caro, presidente dell’Anci e Valentina Pontremoli, sindaco di Bardi (Pr), il piu’ giovane d’Italia, consegneranno simbolicamente al presidente della Repubblica un Tricolore in rappresentanza degli oltre 8.000 sindaci italiani. Il passaggio delle Frecce Tricolori segnera’ la chiusura dell’evento.