Gattino intrappolato nel motore di un’auto, salvato [GALLERY]

/
MeteoWeb

Il fatto “si è verificato ieri sera attorno alle 21.30 in via Provinciale per San Vito, un tratto stradale urbano al alto scorrimento e capacità di traffico.
L’auto – spiega l’Associazione AIDAA – era parcheggiata al di sotto di un edificio abitativo e la proprietaria dell’autovettura, Alessandra Mandese, era stata allertata dalla presenza di un gattino perché qualcuno ne aveva fatto segnalazione lasciando un biglietto sul parabrezza dell’auto.
In effetti il miagolio, avvertito subito dopo dalla proprietaria dell’auto, ne confermava la presenza. A nulla è valsa l’operosità dei presenti fino a quando, la stessa proprietaria ha allertato Antonella Brunetti per tentare il recupero del gattino.
I volontari dell’Aidaa, giunti sul posto, non hanno sentito nulla, ma certi che il micio fosse ancora nel vano motore, hanno provveduto ad effettuare tutti i controlli del caso, individuando il micio e mettendolo in salvo dopo qualche morso e resistenza.
Mi rendo conto – afferma Brunetti – che nella città di Brindisi, così come in molte altre realtà nella quali non sono state effettuate campagne incisive e continuative di profilassi sui felini e in mancanza di una cultura ‘animal welfare’ si convive quotidianamente con questa tipologia di segnalazioni, ovvero gattini in varie situazioni di pericolo, alberi, pluviali, anfratti angusti, e automobili , per non parlare dei gatti adulti in stato di necessità. Alcune volte è una questione di fortuna, ma, nella maggior parte dei casi – continua – soltanto la cooperazione fra il cittadino segnalante e Associazioni d’intesa con le forze dell’ordine può sortire al meglio la messa in salvo di questi micetti.