Hawaii, l’eruzione del vulcano Kilauea è un disastro: panico a Mohala Street, 10.000 persone in fuga [FOTO e VIDEO]

  • Kilauea
    Kilauea
  • Kilauea, Hawaii
    Kilauea, Hawaii
/

L’eruzione spettacolare del vulcano Kilauea, uno dei più grandi vulcani attivi al mondo, ha costretto migliaia di persone della Grande Isola delle Hawaii ad abbandonare le proprie case. Evacuazioni obbligatorie sono state decretate per 1.700 abitanti e 770 strutture, e nella zona interessata abitano circa 10mila persone. “Vapori e lava sono fuoriusciti da fratture nel terreno” nell’area residenziale di Mohala Street, ha scritto la protezione civile in un post su Facebook, spiegando che sono stati rilevati livelli alti di diossido di zolfo. I media locali mostrano le immagini delle strade bloccate dalla polizia e una colata di lava che avanza e che brucia la foresta intorno al vulcano, creando una barriera di magma. Il governatore delle Hawaii, il democratico David Ige, ha dichiarato lo stato d’emergenza per potere utilizzare i servizi e i fondi destinati dallo Stato federale alla gestione delle catastrofi naturali. “Preparatevi subito per mettere in salvo voi e la vostra famiglia“, ha scritto su Twitter rivolgendosi ai residenti. Per aiutare gli sfollati sono stati aperti due centri di accoglienza e per agevolare le operazioni di soccorso è stata mobilitata la Guardia nazionale.

Da lunedì l’Osservatorio vulcanologico delle Hawaii aveva individuato e tenuto sotto controllo “movimenti di magma”. E dall’inizio della settimana gli abitanti erano stati avvertiti di tenersi pronti per l’eventualità di un’eruzione, che sarebbe potuta arrivare senza ampio margine di preavviso. Sempre da lunedì, centinaia di scosse sismiche – alcune di magnitudo 2.0 – sono state registrate nell’area. Alle ore 10.30 locali di oggi, poi, una scossa di magnitudo 5.0 ha interessato la zona del cono vulcanico di Puu Oo, che ha portato alla potenziale rottura di una parte del cratere.