Inaugurata la linea ferroviaria ad alta velocità Milano-Brescia, da domani tratta in 36 minuti [GALLERY]

  • LaPresse/Piero Cruciatti
    LaPresse/Piero Cruciatti
  • LaPresse/Piero Cruciatti
    LaPresse/Piero Cruciatti
  • LaPresse/Piero Cruciatti
    LaPresse/Piero Cruciatti
  • LaPresse/Piero Cruciatti
    LaPresse/Piero Cruciatti
  • LaPresse/Piero Cruciatti
    LaPresse/Piero Cruciatti
  • LaPresse/Piero Cruciatti
    LaPresse/Piero Cruciatti
/
MeteoWeb

Da domani sarà possibile percorrere in 36 minuti la tratta che collega Milano a Brescia, con un grande risparmio di tempo per i pendolari che ogni giorno devono raggiungere il capoluogo lombardo e tornare a casa. La linea dell’Alta Velocità Treviglio-Brescia è stata inaugurata dai vertici di Ferrovie dello Stato e dal ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, presente oggi a Brescia insieme al sindaco della città, Emilio Del Bono, e al presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.
Noi vogliamo fare le cose bene e farle nei tempi giusti e questo è un pezzo di Alta velocità che ci dice che questo è possibile in Italia“, ha detto il ministro. “Come vedete, vogliamo spostare le merci e i passeggeri su ferro; la gente – ha aggiunto – chiede trasporto ferroviario, lo chiede dentro le città, con il trasporto urbano. Per questo la nuova legge di bilancio mette a disposizione 3,7 mld per il rinnovo del parco veicolare, una cifra mai vista prima d’ora“.
L’investimento economico complessivo per la tratta, che fa parte del ‘Core Corridor Mediterraneo’, è stato di 2 mld di euro. La cerimonia, a Brescia, è stata un’occasione per ringraziare il Governo dell’investimento, “che dimostra – ha detto la presidente di Fs, Gioia Ghezzi – la tenacia con cui sappiamo lavorare in momenti complessi per la vita del Paese“. Renato Mazzoncini, ad e dg di Fs, ha sottolineato come l’Alta Velocità sulla tratta, una delle più utilizzate e trafficate d’Italia, “cambierà le abitudini dei cittadini“: trenta minuti di viaggio non sono distanti dai 25 minuti che corrispondono al “viaggio medio in metropolitana a Milano“. Da Delrio è arrivato un plauso al piano decennale di Ferrovie dello Stato, che prevede 73 mld di investimenti per le infrastrutture: nel piano “c’è un fortissimo investimento sulle linee tradizionali, che supera quello sulla Alta Velocità: questo è per noi il segno – ha sottolineato il ministro – del compimento di quella che abbiamo chiamato la ‘cura del ferro’ e di come siamo seri nel percorrere la via dei grandi corridoi europei ma altrettanto seri nel percorrere la via della quotidianità“.

LaPresse/Piero Cruciatti
LaPresse/Piero Cruciatti

Le infrastrutture “non sono lo sviluppo ma rendono lo sviluppo possibile: aumentando le connessioni, si cambia la storia di città e paesi“. I 36 minuti della nuova linea Brescia-Milano saranno ridotti a 30 minuti, con il completamento dell’interconnessione a Brescia Centrale, e il risparmio di tempo sarà di oltre il 30%.
Le prossime fasi per completare il collegamento alta velocità fra Milano e Venezia sono il primo lotto Brescia – Verona, con l’inizio dei lavori programmato nella seconda metà del 2017. Per il secondo e ultimo lotto Verona – Padova, il primo tratto di linea Verona-Bivio Vicenza vedrà sempre nel 2017 l’avvio dei cantieri. (AdnKronos)