Incendi USA: la pioggia aiuta a domare le fiamme di due roghi nel Montana [GALLERY]

/
MeteoWeb

La tanto desiderata pioggia è caduta sul Montana, nel nord-ovest degli Stati Uniti, e ha rallentato la propagazione di un incendio che stava infuriando vicino al confine con il Canada, facendo annullare alle autorità canadesi l’ordine di evacuazione per il Waterton Lakes National Park. La pioggia ha ridotto ma non estinto l’incendio che copre 8 km² nella parte settentrionale del Glacier National Park e che minacciava Waterton Lakes un anno dopo che un altro rogo si era fatto strada nel parco di Alberta.

Ci sono stati quasi 19 mm di pioggia nelle ultime 24 ore. Le cose andranno meglio per l’incendio con questa pioggia”, ha dichiarato Rocky Gilbert, capo delle operazioni del team che sta guidando gli sforzi per domare le fiamme. Le autorità hanno spiegato che la maggior parte delle chiusure della scorsa settimana è stata rimossa per i sentieri, i campeggi nella zona di frontiera e i corsi d’acqua del parco Waterton. È il secondo anno consecutivo che il parco viene evacuato a causa di un incendio. Un rogo nel 2017, infatti, ha incenerito gran parte del parco, distruggendo le infrastrutture e colpendo oltre l’80% dei suoi sentieri.

La pioggia ha rallentato un incendio anche nel Glacier, vicino al Lake McDonald, che ha distrutto 14 residenze e altre 13 strutture. Qui gli ordini di evacuazione restano in vigore e le autorità avvertono che nel prosieguo della settimana ci sarà la possibilità di venti che alimenteranno l’incendio, quando arriveranno condizioni più asciutte. Per quanto riguarda la pioggia, dovrebbe tornare durante il weekend e persistere fino a lunedì 3 settembre, con previsioni di neve per le altitudini sopra i 1.830 metri nel Glacier National Park e nel Montana occidentale, secondo il Servizio Meteorologico Nazionale. Sulle montagne potrebbero cadere tra i 2,5 e i 10 cm di neve, mentre sulle vette più alte vicino al confine con il Canada potrebbero cadere oltre 25 cm.

Quest’anno circa 950 incendi hanno ridotto in cenere 274 km² nel Montana, che rappresenta solo il 5% della terra incenerita nello stato durante la stagione record dello scorso anno.