Inverno: la marmotta Phil prevede altre sei settimane di freddo [GALLERY]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

La marmotta Phil, l’animale “meteorologo” più celebre al mondo, ha previsto altre sei settimane di freddo invernale per gli Stati Uniti. Come ogni 2 febbraio dal 1887, gli abitanti di Punxsutawney (Pennsylvania) sono saliti sulla piccola collina di Gobbler’s Knob per conoscere il pronostico. Phil ha visto la sua ombra uscendo dalla tana, il che, secondo la leggenda popolare, significa che l’inverno di prolungherà ancora per sei settimane. Il presidente della cerimonia, che ha dovuto vedersela con un Phil più ribelle del solito, ha chiesto scusa per la cattiva notizia alle decine di migliaia di persone riunite. Ai conduttori della cerimonia è toccato tirare fuori Phil dopo che il presidente ha bussato tre volte con il bastone alla tana. Nella storia la marmotta ha predetto un inverno lungo per 102 volte, una primavera precoce solo 18 volte, mentre di 10 anni non ci sono notizie.