La città di Camerino devastata dal terremoto [GALLERY]

  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
  • LaPresse/Angelo Emma
    LaPresse/Angelo Emma
/
MeteoWeb

A due giorni dalla scosse di terremoto del 26 ottobre, il Centro Italia continua a tremare. Durante queste difficili ore, a Visso e Camerino, oltre 100 volontari e operatori di Croce Rossa proseguono nel dare conforto ed assistenza alla popolazione colpita.

Tre centri di accoglienza ospitano circa 1.500 persone. Oltre 100 tra operatori e volontari coinvolti dall’inizio dell’emergenza. Tra poche ore funzionante la cucina inviata dalla CRI che garantirà oltre 1.000 pasti al giorno. Continua l’assistenza di Croce Rossa: supporto psicologico, postazioni di soccorso sanitario e punto di riferimento, grazie ai giovani CRI, per studenti universitari italiani e stranieri.