Legionella a Brescia: comando dei vigili del Fuoco in “quarantena”

  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
  • Richard Morgano/LaPresse
    Richard Morgano/LaPresse
/
MeteoWeb

Il batterio della legionella è stato rilevato nel sistema idraulico della caserma dei vigili del fuoco di Brescia: in corso le operazioni di sanificazione dell’impianto di condizionamento dell’edificio.
Potrebbero essere necessari quindici giorni per eliminare il batterio, e di conseguenza, per tale periodo, i pompieri non potranno usare l’acqua per bere o lavarsi.