L’ondata di caldo porta una grande nuvola di polvere sal Sahara sull’Italia, rischio di “piogge sporche” su molte regioni

  • Reggio Calabria
    Reggio Calabria
  • Catanzaro
    Catanzaro
/
MeteoWeb

L’enorme nuvola di pulviscolo desertico sollevata nei giorni scorsi dai sostenuti venti meridionali che hanno spazzato le vaste aree desertiche sabbiose dell’entroterra algerino si sta mettendo in movimento verso le nostre regioni più meridionali, interessando più da vicino la Sardegna e la Sicilia, dove i cieli sono stati pesantemente velati da queste microscopiche particelle di pulviscolo desertico sospese nella media troposfera. Nel corso delle prossime ore la nuvola di pulviscolo si sposterà verso il Tirreno, offuscando la coltre celeste e regalando scenari sahariani in molte località. Al momento la parte più consistente della nube di polvere e pulviscolo desertico ha raggiunto la Sardegna meridionale, offuscando i cieli e regalando delle atmosfere veramente suggestive.

Nel corso del pomeriggio una parte di questa nuvola di polvere sahariana, già presente sul Canale di Sicilia, tenderà ad estendersi verso la Sicilia, la Calabria e la Campania, velando pesantemente i cieli. In molte regioni centro-meridionali, entro la serata, si potranno verificare anche delle piogge e dei rovesci misti a sabbia desertica, capaci di sporcare macchine in sosta e oggetti posti all’aperto.

Il fenomeno sarà maggiormente probabile in Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania e Lazio, dove sono attese delle precipitazioni, anche di carattere convettivo, e quindi temporalesche, per la discesa verso sud-est di un sistema frontale, pronto fin da subito ad interagire con l’avvezione di aria calda sub-tropicale continentale che dall’entroterra desertico algerino risalirà verso il Tirreno e le nostre regioni meridionali, sotto forma di un moderato flusso sciroccale nei bassi strati.