L’Uragano Irma devasta le Antille francesi: FOTO e VIDEO shock dall’isola di Saint Martin

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/REUTERS
    LaPresse/REUTERS
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

L’uragano Irma ha già causato “gravi danni materiali” su diverse isole caraibiche, dopo aver raggiunto le isole delle Antille francesi di Saint Barthelemy e Saint Martin: lo ha annunciato il Ministro per i Territori d’oltremare francese, Annick Girardin. Il ministro ha parlato di “tetti scoperchiati” dalla forza dell’uragano, in particolare nella sede della prefettura di Saint-Barthelemy; il titolare degli Interni, Gerard Collomb, ha ammesso che le informazioni sono “frammentarie” ma “estremamente preoccupanti“, anche perché circa 7mila persone si sono rifiutate di mettersi al riparo. Le prime immagini che arrivano dall’isola di Saint-Martin sono drammatiche.

Il servizio meteorologico francese ha spiegato che sono in corso “delle inondazioni delle zone più basse del litorale” causate dalle “mareggiate estremamente violente”. Il passaggio dell’occhio dell’uragano è accompagnato da una “calma temporanea e apparente” seguita subito dopo dal “muro dell’occhio”, “una parete di nuvole e venti che comporta le condizioni più estreme”, spiega il servizio meteorologico francese. I sistemi di rilevazione della velocità del vento di Saint-Barthelemy hanno registrato raffiche fino a 244km/h prima di essere trascinati via dalla forza dell’uragano. L’elettricità e’ stata tagliata in alcuni quartieri e le linee telefoniche sono interrotte. Ridotta anche la distribuzione dell’acqua.