L’uragano Patricia risparmia il Messico ma si lascia dietro una scia di danni [FOTO]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

Patricia era stato catalogato come un uragano di categoria 5

L’uragano Patricia, che prima di toccare terra era stato considerato il ciclone tropicale più potente mai registrato, è stato declassato in poche ore a tempesta tropicale. I venti hanno perso intensità, scendendo a 80 chilometri orari dai 320 che aveva fatto registrare mentre avanzava verso la costa pacifica messicana, secondo quanto riferito dal Centro uragani statunitense.
Patricia era stato catalogato come un uragano di categoria 5, secondo gli esperti a causa delle riscaldamento delle acque del Pacifico di El Niño che lo avrebbe fatto diventare più potente e potenzialmente devastante dei due cicloni tropicali terribilmente distruttivi come Andrew del 1992 e Katrina del 2005.