Magica Lione: ecco le bellissime immagini della Festa delle Luci [GALLERY]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
/
MeteoWeb

Dall’8 dicembre Lione si trasforma, rappresentando la bellezza, la magia, la poesia. Dal 1852, nel giorno della festa dell’Immacolata Concezione, Lione si illumina: come da tradizione gli abitanti della città decorano le finestre delle loro case e, quando rintoccano le ore 19:00, ogni angolo della città si accende all’unisono. I passanti rimangono stupiti davanti alle facciate illuminate in modo così spettacolare, talvolta persino surreale. La collina di Fourvière, dove si prega, diventa un tutt’uno con la vicina Croce Rossa, dove si lavora. La Festa ha così inizio ai piedi della collina. Lione diventa così un teatro a cielo aperto: adesso c’è spazio per i giochi di luci realizzati da artisti provenienti da tutto il mondo e così i muri e le pareti dei monumenti diventano dipinti luminosi e opere d’arte evanescenti.