Meteo folle in Australia: tempeste di sabbia e di neve, forte maltempo e un’ondata di caldo stravolgono lo stato! [FOTO]

/
MeteoWeb

Grandine, neve, venti devastanti e persino tempeste di sabbia stanno creando condizioni meteo folli in alcune parti dell’Australia. Se Sydney si ritrova ricoperta da un manto di sabbia, le abitazioni nell’Hunter sono a rischio a causa di un incendio boschivo, le temperature sono gelide sulle Snowy Mountains e le condizioni nel Nuovo Galles del Sud sono a dir poco insolite.

Un potente sistema di tempesta ha portato acquazzoni e forti venti nell’area che va da Adelaide e Melbourne a Sydney, alterando la circolazione e provocando blackout. Ha prodotto raffiche di vento di circa 130km/h su Neptune Island, Australia del Sud, con raffiche di oltre 100km/h intorno ad Adelaide. Le abitazioni hanno riportato danni e oltre 40.000 proprietà sono ancora senza energia elettrica.

Più ad est, forti venti hanno sferzato Melbourne, alterando la circolazione e portando neve sulle Victorian Alps. I venti di forte intensità provenienti da un sistema di bassa pressione hanno creato caos anche intorno a Sydney, dove hanno portato masse di polvere e un’ondata di sabbia che hanno colorato i cieli di arancione sulla parte orientale del Nuovo Galles del Sud. La tempesta di sabbia ha riportato alla mente i ricordi della violentissima tempesta che ha inghiottito l’area nel settembre del 2009. Lo spesso strato di sabbia ha costretto a cancellare o ritardare i voli agli aeroporti di Sydney e Melbourne, costringendo i passeggeri ad accamparsi negli scali, e ha creato scarsa visibilità nelle città. La qualità dell’aria rappresenta un’altra preoccupazione dal momento che ha raggiunto livelli definiti “pericolosi” dalle autorità.

I venti stanno alimentando un incendio boschivo in rapida propagazione nella regione di Hunter, tra Campvale e Salt Ash, minacciando diverse abitazioni vicino all’aeroporto di Newcastle. Numerose strade sono state chiuse dentro e fuori dall’area interessata dal rogo. 4 aerocisterne stanno contribuendo agli sforzi di oltre 200 vigili del fuoco per domare le fiamme che hanno incenerito circa 1.500 ettari.

A causa delle basse temperature, dei rovesci e dei forti venti, il Bureau of Meteorology ha emesso una pesante allerta per i pastori e gli agricoltori negli altopiani centrali e meridionali, per le Snowy Mountains e per l’Australian Capital Territory. Le autorità hanno esortato i residenti ad allontanare le auto dagli alberi e dalle linee elettriche. La polizia della Tasmania ha ricevuto numerose chiamate sulla caduta di alberi. Alcune parti del Nuovo Galles del Sud, duramente colpite dalla siccità, sono già state inondate dalla pioggia e i residenti condividono sui social le immagini delle alluvioni. Nel frattempo, il nord-est è colpito da un’ondata di caldo, con la popolare destinazione turistica di Cairns che dovrebbe raggiungere +37°C e in molte parti dello stato si dovrebbero superare i +40°C!

Condizioni meteo così diverse nello stato non sono insolite durante la primavera, quando l’estate bussa ormai alle porte. Ma le scene, rare e drammatiche, delle tempeste di sabbia che inghiottono le città e delle contemporanee tempeste di neve nelle regioni alpine lasciano stupefatti. “È un sistema particolarmente forte. Ne abbiamo 1-2 all’anno, ma solitamente in inverno o all’inizio dell’autunno. È un po’ più insolito, ma a volte accade in Australia”, ha spiegato Dean Narramore, esperto del Bureau of Meteorology. Il meteo non dovrebbe migliorare molto nei prossimi giorni, con i venti che continueranno a colpire l’area di Sydney, portando ulteriori blackout e ancora altra sabbia.