Maltempo Balcani, venti da uragano in Dalmazia: raffiche di 191km/h a Spalato, danni diffusi [FOTO e VIDEO]

/
MeteoWeb

È un sabato di maltempo tra i Balcani e il Centro-Sud dell’Italia. Mentre nel nostro Paese da questa mattina si contano già 3 morti, un mercantile incagliato e uno scontro tra navi a causa dei forti venti e dei mari agitati, venti potentissimi stanno sferzando anche gran parte della costa adriatica della Croazia, abbattendo gli alberi, danneggiando le auto e mandando in frantumi le finestre. Fortunatamente qui non sono stati riportati feriti gravi.

Il servizio meteorologico croato ha riportato raffiche di 191km/h nell’area del porto adriatico di Spalato. Nella notte in città la temperatura è scesa a +1°C e con un vento medio di 110 km/h, la temperatura percepita è stata estrema: -10°C!

Sulle colline della catena montuosa Velebit, i venti di Bura hanno raggiunto i 173km/h. I venti sulla costa dalmata hanno costretto alla chiusura di parti dell’autostrada e alla cancellazione delle connessioni dei traghetti con le isole, hanno sradicato alberi e causato danni ad auto e proprietà. Il Bura è un vento da nord-nordest che soffia con più violenza sulla costa orientale dell’Adriatico. I venti di Bura più forti mai registrati in Croazia si sono abbattuti su Masleni?ki nella notte del 21 dicembre del 1990, quando hanno raggiunto velocità di 248,4km/h.

Il traffico via mare, terra e aria ha subito importanti alterazioni e diversi piccoli incendi guidati dal vento sono divampati nella costa della Dalmazia centrale. Un vigile del fuoco è rimasto lievemente ferito mentre combatteva le fiamme. Alcune strade di Spalato e delle città circostanti sono state chiuse a causa delle tegole e dei pezzi di vetro che volano per aria. I servizi di emergenza hanno ricevuto centinaia di chiamate da residenti preoccupati che chiedevano aiuto. Particolarmente colpite anche le regioni costiere di Montenegro, Bosnia-Erzegovina, Kosovo e Serbia.