Maltempo, bombe d’acqua al Centro: criticità in Toscana, Italia flagellata dalle calamità naturali [LIVE]

/
MeteoWeb

Nella notte del forte terremoto che ha scosso l’Italia centrale, anche il maltempo si sta abbattendo su un Paese flagellato dalle calamità naturali. I fenomeni meteorologici più estremi stanno colpendo proprio il Centro Italia, in Toscana, ma piove anche tra Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio, nelle zone più interessate dal terremoto. In serata si sono verificate delle piogge dapprima in Lombardia, con accumuli importanti a nord di Milano: 33mm a Como, 32mm a Varese ed Albiolo, 30mm a Cantello, 29mm a Moltrasio, 23mm a Lomazzo, 21mm a Malnate e Capiago Intimiano, 20mm ad Alzate Brianza, 11mm a Saronno e Cantù.

Poi i forti temporali hanno colpito la Liguria orientale, con 62mm di pioggia a Sarzana e Villa Oneto, 57mm a Zoagli, 49mm a Caniparola, 45mm a Chiavari, 44mm a Lavagna, 28mm a Belpiano, 24mm a Moneglia. Nel tardo pomeriggio, dalle 19 in poi, il maltempo s’è accanito in Toscana dove si sono verificati i temporali più forti. Sono caduti 98mm di pioggia a Santa Maria a Monte, 64mm a Rignano sull’Arno, 58mm a Marliana, 55mm a San Casciano in Val di Pesa, 54mm a Castelfiorentino, 50mm a Fivizzano, 46mm a Castelfranco di Sotto, 44mm a Montecatini Terme, 41mm a Montespertoli. Una vera e propria “bomba d’acqua” ha colpito l’alta Toscana, soprattutto la Val di Nievole e in particolare l’area di Montecatini dove vigili del fuoco e squadre della protezione civile sono intervenuti per mettere in salvo tre automobilisti rimasti bloccati in un sottopasso in localita’ Massa e Cozzile e per liberare alcune auto da un altro sottopasso a Montecatini. Diversi scantinati sono rimasti allagati.  Allagamenti e frane anche a Firenze e nella provincia. La protezione civile segnala allagamenti a Castelfiorentino e Fucecchio. I vigili del fuoco hanno ricevuto richieste di interventi mirati anche in Val di Pesa, a Tavarnelle e a Bargino di San Casciano dove per la pioggia e la grandine ci sono state difficolta’ per gli automobilisti in marcia sulla superstrada Autopalio per Siena. La sala operativa sta effettuando verifiche di eventuali altre criticita’. In Val d’Elsa, nel territorio di Certaldo, e’ stata chiusa la strada provinciale 125 per l’esondazione del torrente Pesciola. Una frana c’e’ stata a Marnia di Reggello. Cavi Enel sono caduti in localita’ Pian dell’Isola. Caduti anche alberi: uno in pieno abitato di Firenze, in viale Corsica, l’altro a Certaldo, ma non risultano danni a persone.

In serata il maltempo si sta spostando anche su Lazio, Abruzzo e Regioni Adriatiche: abbiamo 18mm di pioggia a Fabriano e Tortoreto, 16mm a Fermo, 13mm a San Benedetto del Tronto e Nereto, 11mm a Cingoli, 10mm a Scoppito.

Nella notte il maltempo si sposterà proprio sul Centro, Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, scivolando velocemente verso Sud. Poi le Regioni più colpite saranno Molise e Campania, mentre nella giornata di giovedì il maltempo arriverà anche all’estremo Sud con forti piogge soprattutto in Calabria, ma anche in Sicilia. Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: