Maltempo, il ciclone all’estremo Sud flagella Sicilia e Malta: weekend di Halloween da incubo, graduale miglioramento da lunedì

/
MeteoWeb

Weekend di Halloween condizionato dal maltempo all’estremo Sud Italia e soprattutto nella Sicilia orientale dove da ieri imperversa una grande tempesta a causa del ciclone posizionato tra il mar Jonio e il Canale di Sicilia. Questo ciclone sta letteralmente devastando Malta, dove i danni sono ingentissimi e alcuni alberghi litoranei sono stati evacuati dopo che il mare in tempesta ha distrutto le vetrate del primo piano. Situazione critica sull’isola dei Cavalieri, ma anche nella Sicilia orientale sferzata da un grecale superiore ai 100km/h. Forte vento e nubi sparse anche in Calabria, dopo le piogge alluvionali dei giorni scorsi (oltre 300mm nel nord/est della Sila, con frane ed evacuazioni nella zona di Longobucco). Invece è stato un bel sabato di sole in tutto il Nord e il Centro: la città più calda è stata Firenze con +24°C, seguita da Alghero a +23°C, Roma, Cagliari e Grosseto a +22°C, Genova, Pisa, Arezzo e Latina a +21°C. All’estremo Sud, invece, anche oggi Crotone è stata la città più fredda d’Italia con una temperatura massima di +17°C (ieri era stata di appena +13°C come in pieno inverno), seguita da Siracusa con +19°C. Il forte vento sta provocando gravi danni soprattutto nell’estremo sud/est siculo, tra Siracusa e Portopalo di Capo Passero. La situazione rimarrà ancora instabile, con molte nubi, vento forte e mare grosso, nella giornata di domenica quando comunque inizierà una lieve, lenta e graduale attenuazione dei fenomeni avversi, con l’allontanarsi del ciclone verso la Tunisia. Da lunedì le condizioni meteo miglioreranno in modo via via sempre più deciso, seppur con la persistenza di nubi residue, venti tesi di grecale e fresco pungente all’estremo Sud. Bello, invece, nel resto d’Italia, con temperature perfettamente in linea rispetto alla norma del periodo, tipicamente autunnali, ampie schiarite ma anche banchi di nebbia soprattutto in pianura Padana e nelle valli del Centro durante la notte e le prime ore del mattino.

Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: