Maltempo, violenti temporali in Sardegna e al Nord/Ovest: prove generali d’autunno, ma fa ancora molto caldo

Maltempo, mezza Italia è già in autunno ma nell'altra metà fa ancora molto caldo: il punto della situazione, gli aggiornamenti, i dati di oggi e le previsioni per i prossimi giorni

/
MeteoWeb

Prove generali d’autunno su mezz’Italia in cui oggi imperversa il maltempo: è arrivata la perturbazione che nei giorni scorsi ha flagellato la Spagna con grandinate e tornado, e da stamattina forti temporali stanno colpendo la Sardegna dove è una giornata tipicamente autunnale. Piove e fa freddo con temperature intorno ai +20°C in pieno giorno su coste e pianure, e dalla mezzanotte sono caduti ben 67mm di pioggia a Genna Silana, 54mm a Villanova Strisaili, 47mm a Capoterra, 45mm a Villaputzu, 41mm a Quartu Sant’Elena, 38mm a Villasor, 37mm a Pula-Agumu, 35mm a Decimoputzu e Dorgali, 33mm a Sinnai, 31mm a Cagliari. Nella sola mattinata di oggi si sono abbattuti sulla Sardegna quasi 14.000 fulmini, l’area più colpita d’Europa. A causa delle piogge, le strade di Cagliari si sono velocemente riempite d’acqua e numerosi tombini sono saltati sia sul Lungomare Poetto che in altre zone della città. Chiuse in via precauzionale le aree dove si registrano gli allagamenti, come a Pirri, una delle zone più a rischio, dove sul posto sono gia’ presenti gli agenti della polizia locale e la Protezione civile. Le forti raffiche di vento hanno staccato rami che sono finiti sulle strade, volati via anche pannelli pubblicitari e coperture strappate dalla forza del vento. Decine le chiamate ricevute dalla polizia municipale e dai vigili del fuoco. Problemi anche a Quartu Sant’Elena, per il vento e la pioggia con strade allagate.

Il maltempo sta colpendo anche il Nord/Ovest, tra Piemonte e Lombardia. Sia a Milano che a Torino la temperatura è ferma a +20/+21°C in pieno giorno, come se fossimo appunto in pieno autunno. Locali temporali stanno provocando veri e propri nubifragi: in Piemonte spiccano i 100mm di pioggia caduti a Borgomanero e i 71mm di Soriso, sulle Prealpi novaresi.  Due sottopassi sono stati chiusi e molte auto sono rimaste bloccate a Casale Monferrato per un nuovo nubifragio dopo quello del 20 agosto. Polizia municipale e vigili del fuoco al lavoro per circa un’ora. “In quello tra viale San Martino e corso Trento – spiegano dal comando dei civich – 2-3 veicoli sono rimasti impantanati, fortunatamente senza conseguenze per le persone a bordo“. Chiuso, invece, solo in via precauzionale l’attraversamento in via Caduti nei Lager Nazisti. Entrambi i sottopassi sono stati gia’ riaperti.

Anche nell’hinterland di Milano piove in modo incessante su tutta l’area metropolitana, con 77mm di pioggia accumulati a Senago, 73mm a Cesate, 72mm a Ceriano Laghetto, 67mm a Paderno Dugnano, 65mm a Rho, 61mm a Senago, 57mm a Bollate, 52mm a Corbetta, 51mm a Roveda di Sedriano e Ossona, 46mm a Canegrate, 44mm a Bovisio Masciago, 41mm a Rescaldina e Saronno, 40mm a Vimodrone e Magenta. A causa delle forti precipitazioni di questa mattina, alle 14 l’amministrazione comunale di Milano ha attivato il Piano di emergenza e il Centro operativo comunale (Coc) per il monitoraggio dei livelli dei fiumi Seveso e Lambro e l’attivazione delle squadre di protezione civile e delle pattuglie della polizia locale. I livelli a monte sono bassi e lo scolmatore era stato comunque attivato grazie alle interlocuzioni tra le protezioni civili comunali e regionali e Comune di Milano, Regione Lombardia e Aipo (Agenzia interregionale per fiume Po).

Intanto, però, su gran parte d’Italia continua a fare molto caldo, soprattutto in Puglia, nel Salento, ma anche in Calabria, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Toscana. Le temperature più alte del giorno sono di +36°C a Rende, Taurisano, Castrignano de’ Greci e Soleto, +35°C a Castrovillari, Lequile, Nardò e Supersano, +34°C a Cosenza, Udine, San Canzian d’Isonzo, Trapani, Siracusa, Augusta, Gallipoli, San Pancrazio Salentino, Francavilla Fontana, Veglie, Spongano, Tuglie, Mileto, Platì e Rizziconi, +33°C a Firenze, Padova, Ferrara, Pordenone, Legnago, Vigasio, Breganze, Lendinara, Ostellato, Catanzaro, Soverato, Gioiosa Jonica, Bovalino, Sciacca e Ispica.

Nei prossimi giorni l’instabilità interesserà tutt’Italia soprattutto nelle zone interne e nelle ore pomeridiane. Le temperature, però, almeno fino al weekend, rimarranno stazionarie. L’autunno avanza a piccoli passi. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

Previsioni Meteo, bollettini, allerte e notizie di scienza con l’APP di MeteoWeb per iPhone e iPad: click qui per scaricarla dall’App Store

Previsioni Meteo, bollettini, allerte e notizie di scienza con l’APP di MeteoWeb per tutti i dispositivi Android: click qui per scaricarla da Google Play