Maltempo Liguria: i sindaci contano i danni dopo una notte insonne [GALLERY]

  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
  • LaPresse/Giulia Molinari
    LaPresse/Giulia Molinari
/
MeteoWeb

Stamani i sindaci del Golfo Paradiso e Tigullio hanno partecipato alla riunione nel municipio di Recco insieme al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti per fare il punto della situazione nel day after della violenta ondata di maltempo che ha investito la Liguria.

Il tetto della scuola non c’e’ piu’ e anche la casa comunale e’ danneggiata, abbiamo molte persone sfollate e non sappiamo ancora dove sistemarle perche’ l’edificio destinato ad accogliere le persone in criticita’ come queste e’ proprio la scuola e neppure l’albergo con cui abbiamo una convenzione e’ utilizzabile perche’ senza corrente elettrica,” dichiara Franco Canavello, sindaco di Avegno, dove, nonostante i danni ad alcune abitazioni private, non è stato necessario finora firmare alcuna ordinanza di evacuazione in quanto tutti hanno trovato soluzioni alternative. A Uscio “il tetto dell’asilo e’ volato via e le vetrate della palestra sono andate in frantumi. 250 persone sono ancora senza luce e telefono,” ha spiegato il sindaco Giuseppe Garbarino. A Recco “una famiglia e’ ancora fuori casa e alcune zone sono ancora senza luce e telefono,” ha reso noto il sindaco. “La caduta del pino dal tetto del Castello Brown e’ il danno maggiore perche’ e’ un danno morale ma il vento ha anche strappato alcuni ormeggi della marina e danneggiato pesantemente la chiesa di San Giorgio,” ha dichiarato il sindaco di Portofino.