Maltempo LIVE: la tempesta è arrivata sull’Italia, ecco l’autunno al Nord/Ovest con fresco e piogge torrenziali

  • Pietra Ligure
    Pietra Ligure
  • Santa Margherita Ligure
    Santa Margherita Ligure
/
MeteoWeb

L’attesa tempesta di origine atlantica è arrivata sull’Italia occidentale tr ala notte e stamattina, e ha portato l’autunno al Nord/Ovest dopo un lungo periodo di caldo anomalo: alle 11:15, in pieno giorno, abbiamo infatti appena +14°C ad Aosta, +15°C a Biella, +16°C a Domodossola, +17°C a Torino, Bergamo, Varese, Sondrio e Como, +18°C a Genova, Novara e Alessandria, +19°C a Milano e Piacenza. Fa ancora caldo, invece, al Nord/Est dove il fresco, accompagnato da forti piogge, arriverà domani. Alla stessa ora, infatti, abbiamo +26°C a Ravenna, +25°C a Trieste, Pordenone e Ferrara, +24°C a Venezia, Vicenza, Treviso e Udine. Ma le temperature più elevate si registrano al Sud, in un’Italia nuovamente ribaltata rispetto ai giorni scorsi. Non è un caldo esagerato, ma tra oggi pomeriggio e domani le temperature aumenteranno sensibilmente (anche se solo per poche ore) in tutto il meridione e soprattutto in Sicilia. Al momento abbiamo +28°C a Foggia, +27°C a Bari, Catania, Cosenza e Lecce.

Ma il maltempo che sta colpendo il Nord/Ovest fa sul serio. Come ampiamente previsto, la Regione più colpita è la Liguria dove abbiamo 146mm di pioggia a Lavagna, 141mm a Zoagli, 118mm a Genova Sportiva Sturla, 105mm a Genova Quezzi e a Chiavari, 100mm a Genova Molassana, 95mm a Belpiano e San Siro Foce – Mezzanego, 93mm a Genova Quinto al Mare e Genova Dicca-Albaro, 92mm a Marina di Chiavari e San Bernardo – Ceranesi, 86mm a Urbe San Pietro, 83mm a Mignanego, 76mm a Genova Castelletto, 75mm a Genova Fabbriche, 67mm a Genova Nervi, 62mm a Rapallo, 47mm a Montale di Levanto, 32mm ad Arenzano. Pesanti ripercussioni con evacuazioni e varie criticità soprattutto nell’area di Genova.

Forti piogge anche nel basso Piemonte, con 80mm a Pareto, 73mm a Piaggia, 71mm a Capanne Marcarolo, 68mm a Lavagnina Lago, 63mm a Ponzone Bric Berton, 59mm a Ponzone Cimaferle, 53mm a Ovada, 48mm a Upega, 47mm alla Diga del Chiotas, 46mm a Limone Pancani, 42mm ad Acqui Terme, 38mm a Gavi, 24mm ad Arquata Scrivia.

Ma in Piemonte sta piovendo in modo considerevole su gran parte della Regione, con 65mm di pioggia a Talucco, 59mm a Vaccera, 56mm a Coazze, 55mm a Borgone, 54mm a Luserna San Giovanni e Perrero Germanasca, 47mm a Pinerolo, San Martino Chisone e Cumiana, 45mm a Sparone, 33mm a Corio, 31mm a Rivalta di Torino, 18mm a Novara, 17mm a Torino e Biella.

Precipitazioni abbondanti anche in Lombardia, con 77mm ad Albiolo, 64mm ad Albese con Cassano, 58mm a Filago, 57mm a Mapello e Caraniso di Torno, 53mm ad Alzate Brianza, 52mm a Moltrasio, 49mm a Pontida, 47mm ad Albavilla, 40mm a Valmorea, 39mm a Como e Calolziocorte, 38mm ad Inverigo, 34mm a Presezzo, 30mm a Geromina di Treviglio, 28mm a Bergamo, 27mm a Seregno, 23mm a Stezzano, 11mm a Milano.

In Sardegna nella notte la squall line ha provocato locali nubifragi, ma fortunatamente i fenomeni sono stati molto brevi. Gli accumuli più considerevoli sono di 29mm a Borore, 23mm a Sassari e Fenosu, 19mm ad Oristano, 16mm a Villacidro, 14mm a Torre Grande, 13mm a Chia, 12mm a Pula, 8mm a Ollolai, Tonara, Capoterra, Drogali, Bonova e Poggio dei Pini, 7mm a Fonni e 6mm a Sadali, Tempio Pausania, Orosei, Sanluri, Villanovatulo e Gavoi.

Intanto i primi fenomeni temporaleschi si stanno estendendo al Nord/Est (temporale su Padova, dove abbiamo +19°C con 9mm di pioggia) e sulle Regioni tirreniche (debole pioggia e cielo coperto a Roma, dove la temperatura è ferma a +21°C). Nelle prossime ore, tra oggi pomeriggio e stasera, il maltempo si intensificherà al Nord, tra alto Piemonte, Lombardia e Veneto settentrionale, ma anche nelle Regioni centrali tirreniche (Toscana, Umbria e Lazio settentrionale). Ancora piogge e temporali nel nord della Sardegna. Attenzione poi a domani, Venerdì 16 Settembre, quando violenti temporali risaliranno il Tirreno colpendo proprio Sardegna, Lazio, Toscana e Liguria sin dalla mattinata e poi nel pomeriggio estendendosi al Nord/Est. Possibili fenomeni molto violenti sul Lazio centro/settentrionale, in Umbria e al Nord/Est tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.  Ecco le pagine utili per monitorare la situazione in tempo reale: