Maltempo, situazione drammatica tra Piemonte e Valle d’Aosta: 3 metri di neve a Sestriere e Cervinia, 450mm di pioggia a valle [FOTO]

  • Cervinia
    Cervinia
  • Cervinia
    Cervinia
  • Sestriere
    Sestriere
  • Cervinia
    Cervinia
  • Cervinia
    Cervinia
  • Sestriere
    Sestriere
  • Cervinia
    Cervinia
  • Sestriere
    Sestriere
  • Cervinia
    Cervinia
  • Sestriere
    Sestriere
/
MeteoWeb

Situazione drammatica per il maltempo che continua a colpire Piemonte e Valle d’Aosta: il peggio ormai è passato, ma le precipitazioni eccezionali degli ultimi tre giorni lasciano strascichi pesantissimi sulle Alpi occidentali. Sestriere e Cervinia sono letteralmente sommerse da un manto di neve fresca che supera i tre metri. In Piemonte, a “valle” (ma neanche tanto, viste le altitudini … ha piovuto copiosamente fino ai 1.200/1.300 metri sciogliendo tutta la neve in precedenza presente al suolo), sono caduti 450mm di pioggia a Pian D’audi, 383mm ad Ala di Stura, 381mm alla centrale idroelettrica di Fucine, 342mm a Boccioleto, 309mm a Sparone.

Nella notte una valanga ha travolto un condominio a Sestriere, facendo vivere a centinaia di persone l’incubo di un’altra Rigopiano. 69 residenti sono stati evacuati dal condominio, mentre stamattina altre 100 persone sono state dal Villaggio Olimpico di Sestriere, la struttura realizzata per i Giochi del 2006 e oggi adibita a hotel e residence, dopo che una trentina di stanze sono state invase dalla neve caduta da un cornicione. Sul posto stanno intervenendo i carabinieri. Non risultano esserci feriti. Complessivamente a Sestriere ci sono un’ottantina i volontari impegnati nei soccorsi. Evacuata a scopo precauzionale una persona anche a Perosa Argentina. Allo stato attuale sono attivi 19 centri operativi comunali (COC); il Centro Coordinamento Soccorso (CCS) e’ stato invece aperto nella notte in Prefettura a Torino.

Macugnaga, paese nella provincia di Verbania ai piedi della parete Est del Monte Rosa, a quota 1.300 metri, e’ isolata da alcune ore. Il sindaco Stefano Corsi ha deciso di chiudere le strade di accesso al paese per il forte pericolo di valanghe. “Le forti nevicate di questa notte complicano ulteriormente la situazione, pertanto ho dovuto chiudere tutte le strade sul territorio comunale ma anche le scuole – spiega il primo cittadino -. Sui versanti che sovrastano il paese abbiamo fino a tre metri di neve, che può scendere creando pericoli“.

Continua a nevicare in Valle d’Aosta dove diverse località rimangono isolate per il pericolo valanghe, salito fino al livello massimo (grado 5 su una scala di 5). Le zone più colpite dalle intense precipitazioni, con una quota neve che si sta abbassando ai 1.300 metri, sono le valli del Gran Paradiso (Cogne, Rhemes e Valsavarenche), Valgrisenche, Cervinia, la Valle d’Ayas e Gressoney, ultimo paese in ordine di tempo ad aver interrotto i collegamenti. Chiuso per una colata di fango un tratto della strada statale 26 ad Avise. Piove da più di 24 ore in bassa quota. Nelle località del fondo valle si registrano diversi allagamenti e alcuni blackout, senza particolari criticità. Le commissioni valanghe comunali sono in attesa di un’evoluzione della situazione meteorologica che per il pomeriggio dovrebbe migliorare, con un’attenuazione delle precipitazioni.

Intanto il forte maltempo s’è spostato al Nord/Est con piogge torrenziali tra Trentino Alto Adige e Veneto. Anche qui nevica solo ad alta quota, oltre i 1.500 metri di altitudine: basti pensare che a Verona ci sono +15°C e a Belluno +11°C. Tra oggi pomeriggio e domani il maltempo si sposterà anche al Centro/Sud. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: