Maltempo in Sicilia, disastrosa alluvione tra Catania, Enna e Siracusa: 200mm di pioggia nella notte, paesi e campagne invasi da acqua e fango [FOTO]

/
MeteoWeb

Una terribile alluvione ha colpito nella notte la Sicilia orientale, e in modo particolare le zone interne della piana di Catania dove sono caduti oltre 200mm di pioggia tra Mineo e Ramacca. Situazione drammatica anche nel siracusano, dove in alcune aziende agricole e in case di campagna ci sono persone sui tetti. Alcune sono state gia’ soccorse da due elicotteri dei vigili del fuoco e da uno della marina militare. Un quarto velivolo dei pompieri e’ in arrivo dalla Campania. In contrada Trigona una persona e’ stata soccorsa e salvata dall’equipaggio dei vigili del fuoco che l’ha imbragata e sollevata col verricello. In contrada Cuccumella un’azienda agricola ha chiesto soccorso per il personale e il bestiame per l’acqua alta. Ci sono state persone che, sebbene sui tetti di case di campagna, hanno invece rifiutato il salvataggio, preferendo attendere il soccorso da terra.

I vigili del fuoco sono intervenuti in elicottero questa mattina per salvare sette persone rimaste bloccate all’interno dei propri automezzi a Sigonella (Siracusa) a causa dei violenti nubifragi delle ultime ore.

La furia della pioggia ha provocato frane, allagamenti e smottamenti: numerose auto sono state travolte e portate via dalla furia di acqua e fango, e molte persone sono rimaste bloccate e salvate dai soccorritori di vigili del fuoco, protezione civile, forze dell’ordine e volontari. In molti paesi dell’hinterland catanese, case e negozi sono invasi da acqua e fango. In molti centri le scuole sono chiuse. Le operazioni di salvataggio e di soccorso sono ancora in corso e i centralini delle sale operative sono state ‘invase’ da centinaia di richieste di aiuto. L’elicottero dei vigili del fuoco ha tentato un soccorso nel Messinese, ma ha fatto rientro per le avverse condizione meteo e si e’ diretto per un sopralluogo dall’alto nelle zone maggiormente colpite per effettuare anche eventuali recuperi dall’alto.

I centri maggiormente colpiti sono FrancofonteRamacca, Palagonia, Mineo, ScordiaAgira e Lentini tra le province di Catania, Siracusa ed Enna. Ieri sera una tromba d’aria ha colpito la costa di Marina di Ragusa e forti temporali avevano colpito ragusano e trapanese.

La furia dell’acqua ha intrappolato anche un mezzo dei vigili del fuoco di Catania durante il nubifragio di stamattina. I quattro componenti della squadra sono rimasti bloccati per oltre tre ore dall’acqua alta circa un metro e mezzo vicino al parco archeologico di Palike’, in territorio di Mineo, e sono stati soccorsi da altri colleghi. La squadra dei vigili del fuoco malgrado la situazione di difficolta’ non ha voluto fare rientro per far fronte alle numerose richieste di aiuto.

Le strade sono state invase dall’acqua dopo l’esondazione dal fiume San Leonardo anche nel siracusano. Un uomo, che era rimasto intrappolato nella sua auto, è riuscito a salvarsi uscendo dal finestrino. Sono oltre 200 gli interventi effettuati dai Vigili del fuoco in Sicilia, in particolare a Militello, Scordia e Ramacca (Catania), a Floridia e Lentini (Siracusa): sette persone, rimaste intrappolate all’interno di automezzi rimasti bloccati nell’acqua per lo straripamento di torrenti in località Sigonella (Siracusa), sono state soccorse e salvate con un elicottero Drago dei Vigili del fuoco. Duecento Vigili stanno lavorando nelle province interessate, con due elicotteri AB412 dei reparti volo di Catania e Salerno. Un elicottero dei vigili del fuoco ha tentato un soccorso nel Messinese, ma ha fatto rientro per le avverse condizione meteo e si è diretto per un sopralluogo dall’alto nelle zone maggiormente colpite per effettuare anche eventuali recuperi dall’alto.

Alluvione in Sicilia, le piogge delle ultime 18 ore: i dati pluviometrici

Nelle ultime 18 ore sono caduti in Sicilia ben 235mm di pioggia a Mineo, 172mm a Ramacca, 132mm a Catenanuova, 127mm a Francofonte, 95mm a Palazzolo Acreide, 86mm a Gela, 85mm a Castel di Iudica, 83mm a Linguaglossa, 77mm a Mazzarino, 74mm a Lentini, 73mm ad Aidone, 65mm a Buccheri, 59mm a Butera, 54mm ad Agira, 52mm a Salemi, 50mm a Randazzo ed Enna, 49mm a Comiso, Paternò e Ravanusa, 48mm a Licata, 47mm a Santa Croce Camerina, 46mm a Modica, Marsala e Mazara del Vallo, 41mm a Ragusa, 40mm a Trapani e Caltanissetta, 39mm a Scicli, Ispica e Piazza Armerina, 31mm a Siracusa e Ribera, 25mm a Noto e Pachino, 24mm ad Agrigento, 22mm a Catania e Nicosia.

Alluvione in Sicilia, le strade chiuse al traffico

Chiuse dall’Anas diverse strade allagate, come un tratto della statale 417, Catania-Gela, in territorio di Mineo, la statale 385 di Palagonia, e la statale 280, Catania-Enna. Secondo i vigili del fuoco e la protezione civile non ci sarebbero feriti e al momento e’ ancora presto fare una ricognizione completa dei danni. L’Anas informa, infatti, che a causa dei forti temporali che si sono abbattuti nella parte orientale dell’Isola, alcuni tratti di strade statali sono provvisoriamente chiusi al traffico. In particolare, per allagamento del piano viabile, sono chiuse le strade statali 114 dir “Della Costa Saracena” tra Carlentini (Siracusa), e la 192 “Della Valle del Dittaino”. Chiusa per fango e detriti in carreggiata la strada statale 288 “Di Aidone”, a Ramacca (Catania). La strada statale 417 “Di Caltagirone” e’ chiusa a Lentini (Siracusa) per l’esondazione del torrente Gornalunga.

Alluvione in Sicilia, bloccata anche la linea ferroviaria

La linea ferroviaria è stata sospesa dalle 9.45 tra Catania-Siracusa per l’allagamento dei binari fra Lentini e Agnone. Per consentire gli spostamenti, è stato attivato un servizio sostitutivo con bus fra le stazioni di Catania e Augusta. I tecnici di Rete ferroviaria italiana, gruppo Fs italiane, sono al lavoro per verificare le condizioni dell’infrastruttura e ripristinare le normali condizioni di circolazione.

La situazione meteo fortunatamente migliorerà nelle prossime ore.

Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: