Meteo, grande tempesta di neve negli USA: 45cm in South Dakota, tanti incidenti e blackout nel Midwest [FOTO e VIDEO]

Una potente tempesta di neve sta creando il caos su un'ampia fascia degli Stati Uniti centrali: forti venti, intense nevicate e condizioni di whiteout sono responsabili di incidenti stradali, blackout e voli cancellati

/

Una grande tempesta di neve in piena primavera sta portando intense nevicate, forti venti e condizioni di whiteout su un’ampia fascia degli Stati Uniti centrali. La potente tempesta ha colpito maggiormente la South Dakota, dove la neve si è accumulata velocemente in seguito ad un temporale di neve. Ieri, 10 aprile, a Mud Butte (South Dakota) sono stati riportati 45cm di neve e nella vicina Red Elm 38cm, ma qui i forti venti hanno causato cumuli di neve di 1,2-1,5 metri. AccuWeather, autorevole sito meteorologico statunitense, prevede che siano possibili fino a 76cm di neve in alcune aree fino a quando la tempesta non si sarà esaurita.

A causa delle condizioni di whiteout, come potete vedere nel video in fondo all’articolo, le strade sono molto pericolose in South Dakota e le autorità hanno esortato i residenti a restare a casa. Diversi automobilisti sono rimasti bloccati sulle strade e le immagini di veicoli e mezzi pesanti ribaltati sono innumerevoli, come mostrano le foto contenute nella gallery a corredo dell’articolo. A causa delle pessime condizioni, sono molte le strade e le autostrade chiuse. Migliaia di viaggiatori sono rimasti invece bloccati negli aeroporti quando le compagnie aeree sono state costrette a ritardare o cancellare i voli nelle aree colpite, come a Denver (Colorado, quasi 700 voli cancellati) e Minneapolis (Minnesota, 320 voli ritardati e 49 cancellati).

A Pueblo West, in Colorado, è stata registrata una potentissima raffica di vento di 172km/h. Solo due giorni fa, a Denver le temperature avevano raggiunto valori di 25,5°C, mentre 24 ore dopo la neve ha costretto a rinviare la partita della Major League di Baseball (MLB) tra Colorado Rockies e Atlanta Braves, programmata per ieri pomeriggio. Jarid Polis, Governatore del Colorado, ha attivato la Guardia Nazionale statale per aiutare nei soccorsi agli automobilisti bloccati sulle strade a causa delle condizioni di blizzard. Il Colorado è uno dei 6 stati in cui le autorità hanno dichiarato l’allerta blizzard, oltre a Wyoming, Nebraska, Kansas, South Dakota e Minnesota. In Colorado, la Croce Rossa ha aperto centri di evacuazione e di riscaldamento.

Prima di creare il caos su Midwest, Montagne Rocciose e Grandi Pianure centrali, la tempesta ha colpito parti del settore occidentale degli USA con piogge torrenziali, intense nevicate in montagna e venti che hanno provocato blackout. Circa 50.000 persone sono rimaste senza elettricità nell’area di Los Angeles. I blackout stanno aumentando anche in South Dakota (oltre 9.000 persone senza elettricità), Iowa (quasi 7.500 persone) e Minnesota (quasi 10.000 persone). Le raffiche di vento al Minneapolis-St. Paul International Airport hanno raggiunto intensità di quasi 63km/h. A Sioux Falls, (South Dakota) i venti hanno soffiato fino a 82km/h, riducendo la visibilità a 400 metri.