Missione spaziale Apollo 11, 50 anni dopo vogliamo tornare sulla luna: perché è importante e i progetti futuri [INFOGRAFICHE]

A 50 anni dalla storica missione Apollo 11, la luna è di nuovo al centro dell’attenzione delle agenzie spaziali di tutto il mondo come destinazione sia per missioni robotiche che per esplorazioni umane

  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA, CC BY-SA 3.0 IGO
    Credit: ESA, CC BY-SA 3.0 IGO
  • Credit: ESA
    Credit: ESA
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K.Oldenburg
    Credit: ESA–K.Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA–K. Oldenburg
    Credit: ESA–K. Oldenburg
  • Credit: ESA – S. Poletti
    Credit: ESA – S. Poletti
/
MeteoWeb

Oggi, 20 luglio 2019, è il 50° anniversario della missione Apollo 11 che ha portato i primi uomini a calpestare il suolo lunare nel 1969. L’Agenza Spaziale Europea (ESA) sta collaborando con i partner internazionali per riportare l’uomo sull’unico satellite naturale della Terra. La luna è il nostro vicino cosmico più prossimo e un obiettivo naturale per creare una base di ricerca mentre ci prepariamo a viaggiare più in profondità nel sistema solare. La luna è una miniera d’oro della storia del sistema solare e ha un grande potenziale scientifico per guardare ancora più lontano, come costruire un radio telescopio sul suo lato più lontano dalla Terra, offrendo viste dell’universo protette delle costanti emissioni radio dalla Terra.

La luna è di nuovo al centro dell’attenzione delle agenzie spaziali di tutto il mondo come destinazione sia per missioni robotiche che per esplorazioni umane. Mentre continua a sfruttare le operazioni sulla Stazione Spaziale Internazionale, l’Europa punta di nuovo alla luna, preparandosi per un atterraggio robotico in collaborazione con la Russia a partire dal 2023 alla ricerca di acqua ghiacciata che gli scienziati credono possa trovarsi nelle regioni polari. Una simile scoperta aprirebbe le porte ai futuri esploratori per sfruttare le risorse presenti sulla superficie, vivendo grazie alle sue risorse.

Il veicolo Orion della NASA, con il modulo di servizio europeo, costruirà “ponti” verso la luna e Marte. Orion aiuterà anche a costruire il Lunar Gateway, un avamposto nell’orbita lunare dove imparare a vivere e lavorare 1.000 volte più lontano nello spazio rispetto alla Stazione Spaziale Internazionale. Questi passi ci avvicineranno sempre di più all’ambizione di inviare i primi europei sulla luna e oltre, con l’Europa come principale attore nella più grande avventura dell’umanità.

Nella gallery scorrevole in alto a corredo dell’articolo, delle bellissime infografiche sulla luna e sul veicolo Orion, che svelano i segreti del nostro satellite e i progetti per tornarci al più presto.