Affascinante viaggio tra i meravigliosi giardini della Landriana [GALLERY]

/
MeteoWeb

Ad Ardea, a circa 30 km da Roma, in località San Lorenzo, si trovano gli spettacolari giardini della Landriana, ideati dalla marchesa Lavinia Taverna, proprietaria insieme al marito, il marchese Gallarati-Scotti, della tenuta acquistata in un’asta giudiziaria alla fine degli anni Cinquanta, con disegni geometrici e diverse stanze realizzate dall’architetto paesaggista inglese Russel Page. Ritenuti dagli esperti tra i giardini mediterranei più belli d’Europa, estesi per circa 10 ettari, offrono ai visitatori un itinerario interessante e piacevole, conducendoli alla scoperta di piante provenienti da ogni angolo della terra.

I giardini, infatti, hanno una superficie suddivisa in “stanze”, ognuna con un carattere e un’atmosfera propria, ma accomunate da un senso dello spazio equilibrato e piacevole. Si alternano così, con naturalezza e charme, giardini all’inglese e stanze formali. Veri gioielli botanici, regalno un susseguirsi di emozioni. Il Giardino degli Aranci, il Viale Bianco, la Valle delle Rose Antiche, la Vasca Spagnola, il Lago delle Calle sono autentici “paradisi” di delizie sensoriali.Una curiosità. Al momento dell’acquisto della tenuta, il terreno era completamente spoglio, senza alberi ed arbusti, ed era ancora infestato dalle mine e dalle bombe, residui di quella tragica guerra che in questa zona, in occasione dello sbarco di Anzio, aveva conosciuto uno dei suoi momenti più cruciali e decisivi.

I giardini nacquero quasi per caso. L’intenzione originale fu quella di piantare degli alberi, soprattutto pini ed eucalipti, per fare un po’ di ombra al casale e per frenare i venti che, fortissimi, soffiavano dal mare che distava solo quattro chilometri. In seguito, tuttavia, un’amica di famiglia donò a Lavinia Taverna una bustina di semi e la marchesa, quasi per gioco, provò a seminarli. Il risultato dell’esperimento fu sensazionale dando vita ai giardini della Landriana, tra i più belli d’Italia.