La neve sulle dune del Sahara catturata nelle immagini dei satelliti [GALLERY]

  • Immagine di Landsat 8
    Immagine di Landsat 8
  • Immagine di Landsat 8
    Immagine di Landsat 8
  • Immagine di Landsat 8
    Immagine di Landsat 8
  • Immagine di Sentinel-2A
    Immagine di Sentinel-2A
/
MeteoWeb

La neve che ha imbiancato le dune del deserto del Sahara in Algeria è stata catturata in diverse e suggestive immagini da due satelliti: il Landsat 8 americano e il Sentinel-2A europeo.

Una delle immagini di Landsat 8 è stata sistemata su un modello di elevazione digitale globale, costruito dai dati acquisiti dallo Shuttle Radar Topography Mission della NASA. Le altre due immagini, invece, forniscono il primo piano del punto più basso della regione, dove la neve ha coperto le cime delle montagne e le creste delle alte dune sabbiose.

Il raro evento è stato catturato anche da Sentinel-2A nella regione nord-occidentale dell’Algeria, vicino alla città di El Bayadh. Nella parte in basso a sinistra è possibile notare delle macchie rosse, che indicano la presenza di piccole foreste nei pressi della città.

Per la seconda volta in tre anni, la neve si è accumulata sul deserto del Sahara. All’inizio del 2018 in alcune zone si sono accumulati dai 10 ai 40 cm, ma le temperature calde hanno sciolto gran parte della neve nell’arco di un giorno. Le immagini raccolte dai social media mostravano i cittadini scivolare divertiti lungo le dune coperte di neve, anche se non sono mancati i disagi nella città di Ain Sefra, davvero poco abituata a situazioni del genere.

La neve nel deserto del Sahara e in altre parti del Nord Africa non è molto frequente, ma ci sono stati altri precedenti. Quella di gennaio è la terza volta che la neve cade in queste zone in 40 anni. La zona vicino ad Ain Sefra è stata imbiancata da un’abbondante nevicata nel dicembre 2016, con alcune aree del deserto in cui sono stati registrati fino a 80 cm di neve. Una consistente nevicata ha imbiancato le Atlas Mountains in Marocco nel febbraio 2012 e nel gennaio 2005. Infatti, esistono almeno due impianti sciistici su queste montagne, anche se la neve solitamente è artificiale.