Obama fra i ghiacci dell’Alaska: “Che meraviglia, preserviamoli” [FOTO]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

Barack Obama ieri contemplava rapito a bordo di un motoscafo i ghiacciai eterni a rischio di scioglimento del Parco nazionale di Kenaj Fjords, in Alaska

Meraviglioso. Vogliamo assicurarci che anche i nostri figli potranno godere di questa bellezza!“. Così il presidente americano Barack Obama ieri mentre contemplava rapito a bordo di un motoscafo i ghiacciai eterni a rischio di scioglimento del Parco nazionale di Kenaj Fjords, in Alaska, dove è giunto da lunedì per una tre giorni incentrata sulla lotta al riscaldamento del pianeta in vista della conferenza sul clima di dicembre a Parigi.
Sotto un immenso cielo blu, a migliaia di chilometri di distanza da Washington, il presidente Usa ha spiegato la minaccia che grava sulla regione artica, che si riscalda più rapidamente del resto del pianeta. A bordo della Viewfinder, davanti a queste cime innevate che si affacciano su questi immensi fiordi, Obama ha più volte sospirato, catturato dai paesaggi mozzafiato.
Quando non sarò più presidente, mi troverete in quella capanna“, ha esclamato in una occasione, in riferimento ad una casetta in legno adagiata ai piedi del ghiacciaio.
Alcune ore prima, sulla terraferma, il presidente aveva passeggiato alle pendici del Ghiacciaio Exit, che dal 1815 si è ristretto di ben due chilometri. “Questo è uno degli esempi migliori della sfida a cui siamo confrontati e dell’urgenza con la quale dobbiamo agire per evitare il peggio“, ha detto il presidente che al termine di questo viaggio sarà il primo Commander in Chief in carica ad essersi avventurato oltre il circolo polare artico e ad accettare di comparire in un reality show, quello della Nbc intitolato “Running Wild with Bear Grylls”.