Ologrammi sostituiscono elefanti e leoni veri per fermare la crudeltà sugli animali: il Circo Roncalli è il primo al mondo [FOTO]

Ora trapezisti, giocolieri e clown si esibiscono insieme ad un’ampia gamma di animali olografici di tutto il mondo, inclusi elefanti e persino pesci, con un effetto straordinario. La rivoluzione del Circo Roncalli a difesa degli animali

/
MeteoWeb

Per troppo tempo, gli animali sono stati maltrattati e tenuti in condizioni terribili con il solo scopo di farli esibire nei circhi per intrattenere le masse, come se fosse una cosa normalissima. Ma ora un circo tedesco ha abbandonato la tradizione, sostituendo gli animali in carne ed ossa con ologrammi. Lasciando inalterato lo spettacolo, il Circo Roncalli è diventato il primo nel mondo ad utilizzare ologrammi al posto di animali veri. Il Circo Roncalli ha intrattenuto gli spettatori con i suoi show animali dal 1976, ma dagli anni ’90 ha iniziato ad eliminarli gradualmente dagli spettacoli per cambiare le cose, nel tentativo di combattere la crudeltà sugli animali nell’industria.

Gli spettacoli mostrano ancora zanne, code e criniere, ma nessuno degli animali coinvolti è reale. Lo spettacolo è considerato uno dei più grandi spettacoli di luce del mondo. Il Circo Roncalli ha voluto creare immagini olografiche 3D per riempire un’arena ampia 32 metri e profonda 5 metri con una visibilità a 360° per tutto il pubblico. L’agenza TAG/TRAUM di Roncalli in cooperazione con Bluebox ha collaborato con Optoma e sono stati installati 11 proiettori laser ZU850 per una spettacolare esperienza olografica.

Ora trapezisti, giocolieri e clown si esibiscono insieme ad un’ampia gamma di animali olografici di tutto il mondo, inclusi elefanti e persino pesci. Gli ologrammi producono un effetto straordinario, dando l’impressione di avere enormi animali al centro dell’arena, come mostrano le foto contenute nella gallery scorrevole a corredo dell’articolo. Mentre gli elefanti proiettati sollevano le proboscidi verso la folla e si alzano sulle zampe posteriori, i pesci nuotano lungo l’arena. Bernhard Paul, fondatore della compagnia, ha investito oltre 500.000 euro per mettere a punto lo show, che ha avuto oltre 600.000 spettatori nell’ultimo anno. La decisione del Circo Roncalli è stata molto apprezzata in rete, con gli utenti che si complimentano con il gruppo tedesco.

L’audace svolta arriva tra le crescenti preoccupazioni in tutto il mondo sugli animali da spettacolo che trascorrono le loro vite in terribili condizioni di cattività. Gli attivisti hanno accusato molti circhi di percuotere gli animali, di lasciarli affamati e in condizioni non salutari mentre si esibiscono per grandi folle a ritmi serrati. Jan Creamer, presidente di Animal Defenders International, ha dichiarato a The Dodo: “Questo è il futuro del circo: uno spettacolo che tutti possono godersi e per il quale non sono utilizzati esseri intelligenti e senzienti dipinti come oggetti di intrattenimento”.