Previsioni Meteo, lo stratwarming scatena una terribile irruzione artica su Canada e nord-est degli USA: tanta neve e temperature percepite di -60°C a fine mese! [MAPPE]

/
MeteoWeb

Previsioni Meteo – Lo stratwarming (Riscaldamento stratosferico improvviso) che si è verificato intorno ai primi giorni del 2019 ha portato alla divisione del vortice polare in due vortici minori. Uno si è spinto sull’Europa e l’altro si è spostato verso il Nord America. I risultati della divisione del vortice polare solitamente si presentano 2-3 settimane dopo per il primo vortice, mentre il secondo solitamente segue 1-2 settimane dopo. L’Europa ha vissuto condizioni molto dinamiche e localmente freddo estremo nelle ultime 2 settimane. Ora, invece, gli effetti si faranno sentire anche su Canada e Nord America. Verso la fine del mese di gennaio, infatti, un’eccezionale ondata d’aria artica si spingerà sul Canada e sul nord-est degli Stati Uniti, portando temperature davvero estreme, in alcuni casi di quasi 30°C in meno rispetto alla media!

Il modello a sostegno di un simile evento inizia martedì 29 gennaio in prossimità del confine tra Canada e USA e continua fino all’1 febbraio, quando si diffonderà anche sulla costa orientale statunitense. Una profondissima depressione si svilupperà ad 500hPa e porterà una massa d’aria estremamente fredda sui bassi livelli dell’atmosfera mentre si muoverà sull’area dei Grandi Laghi verso il nord-est degli USA.

Per il Canada orientale e il nord degli Stati Uniti, che già sono abituati al freddo estremo dei loro inverni, si prospettano anomalie termiche davvero impressionanti: 20-30°C in meno rispetto alla media sono un evento molto raro! Il freddo sarà davvero brutale, soprattutto il 30 gennaio, quando il massimo di questa ondata artica si muoverà su North Dakota orientale, Minnesota e Wisconsin. I -43°C a 850hPa determineranno temperature vicino alla superficie prossime ai -40°C in molte aree popolate. Abbinate ai forti venti da nord-ovest, creeranno una situazione pericolosa e potenzialmente letale con temperature percepite estremamente basse: localmente parliamo di -60°C!

La massa d’aria molto fredda che si sposterà sull’area dei Grandi Laghi svilupperà anche le condizioni perfette per l’Effetto Lago, un fenomeno che provoca intense nevicate nelle zone vicine a specchi d’acqua, siano essi laghi o mari. Nevicate di questo tipo portano spesso grandi quantità di neve.