Previsioni Meteo: ultime ore di maltempo all’estremo Sud, intanto arriva un freddo “Anticiclone Invernale”

/
MeteoWeb

Previsioni Meteo – E’ tornato a splendere il sole oggi su gran parte d’Italia, con temperature in aumento nelle ore diurne dopo l’ennesima notte di freddo invernale. Stamattina abbiamo avuto addirittura -7°C a Bolzano, -6°C a Novara, -5°C a Verona, Vercelli e Asti, -4°C a Milano, Alessandria e Reggio Emilia, ma adesso sotto un tiepido sole abbiamo addirittura +13°C ai 1.100 metri di San Damiano Macra, agli 810 metri di Paroldo e ai 580 metri di Cuneo, +11°C ai 350 metri di Domodossola e +10°C ai 440 metri di Pray e ai 580 metri di Boves in Piemonte, oltre ai +15°C di Albenga e Loano e ai +14°C di Imperia, Bogliasco, Varazze e Laigueglia in Liguria. Eppure al Centro/Sud abbiamo ancora episodi di maltempo: stamattina, dopo la forte scossa di terremoto che ha riportato la grande paura sismica nella notte sull’Appennino centrale, la Valnerina s’è risvegliata imbiancata a partire dai 500 metri di neve. La neve, infatti, è caduta fino a Cascia, Norcia e abbondante nella zona di Castelluccio e su tutti i monti Sibillini.

Tanta neve anche in Sila, ed è proprio all’estremo Sud che il maltempo continuerà ad alimentare piogge e temporali nelle prossime ore. In modo particolare Calabria e Sicilia saranno le Regioni più colpite dal maltempo tra oggi pomeriggio e domattina, con ulteriori nubifragi lungo la fascia tirrenica (ma localmente anche nelle zone joniche, specie nel cosentino, nel crotonese e nel messinese). Pioverà in modo intenso su città come Palermo, Messina, Reggio Calabria, Vibo Valentia e Crotone. Ancora instabilità anche tra Basilicata e Puglia, con qualche forte acquazzone tra Bari, Monopoli, Fasano, Ostuni e Brindisi.

Intanto proprio di fronte la Puglia, in Albania, si contano i danni delle piogge alluvionali che si sono verificate nel weekend, inondando dieci mila ettari di terreni agricoli e oltre 3.300 abitazioni. Complessivamente in Albania sono state sfollate 596 le famiglie e 1.552 persone sono state tratte in salvo. In tutto il paese sono 27 le scuole e 65 i ponti danneggiati, alcuni dei quali crollati. Nel corso della riunione del Comitato di coordinamento per le emergenze e la crisi, il premier Edi Rama ha dichiarato oggi che “la crisi è oramai passata e bisogna pensare alla riparazione dei danni“.

Intanto, come possiamo osservare nelle immagini a corredo dell’articolo, nei prossimi giorni sull’Italia arriverà un Anticiclone molto potente. Addirittura a metà settimana, tra Mercoledì 6 e Giovedì 7, sfioreremo i 1035hPa di pressione nell’atmosfera da Nord a Sud. Splenderà il sole in tutt’Italia, ma al suolo avremo ancora freddo: soltanto nelle ore diurne le temperature saliranno oltre i +15/+16°C grazie al soleggiamento che riscalderà l’atmosfera, ma durante la sera, la notte e il primo mattino farà molto freddo per l’inversione termica, con estese gelate non solo in pianura Padana, ma anche su valli e pianure del Centro/Sud. Saranno inoltre belle giornate con ottima visibilità, atmosfera limpida e cielo terso. Insomma, uno scenario tipicamente invernale. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: