Previsioni Meteo Ferragosto: confermata l’ondata di freddo polare, ecco le ultime clamorose MAPPE

/
MeteoWeb

Previsioni Meteo Ferragosto – L’Italia sta vivendo in queste ore la prima brusca “rottura” estiva di questo mese di Agosto, a causa del violento ciclone arrivato stamattina al Centro/Nord. Splende ancora il sole e fa caldo invece al Sud, dove la tempesta arriverà tra domani e domenica, nel weekend. Oltre al maltempo e al netto calo delle temperature, questa perturbazione segnerà in modo forse irrimediabile tutta l’evoluzione del mese di agosto e dell’estate 2016: lascerà, infatti, una ferita aperta nel cuore del Mediterraneo, fungendo da “calamita” per attirare sempre sull’Italia un’altra tempesta stavolta ben più forte e fredda, tra pochi giorni, a ridosso di Ferragosto, la prossima settimana.

Sono eloquenti, in tal senso, le mappe che pubblichiamo nella gallery: si tratta delle carte del modello britannico ECMWF (Centro Reading), che di giorno in giorno si sta rivelando il più affidabile nelle previsioni meteo a breve, medio e lungo termine. L’ultimo aggiornamento è da urlo: confermata l’evoluzione clamorosa per la prossima settimana, l’Italia rischia di vivere un’ondata di freddo polare che nei giorni immediatamente precedenti al Ferragosto potrebbe provocare maltempo estremo e persino nevicate sui rilievi (non solo le Alpi, anche gli Appennini).

E forse Gigi D’Alessio quando cantava “Arriverà Natale senza nuvole, le domeniche d’agosto quanta neve che cadrà…” (brano scritto dal paroliere napoletano Vincenzo D’Agostino) pensava proprio al bizzarro clima del terzo millennio, quando di Natale caldi e senza nuvole ne abbiamo già vissuti molti anche se la neve ad agosto, no, ancora quella non l’avevamo “assaporata“. Fino a questo 2016, perchè – a meno di ribaltoni previsionali – la neve cadrà abbondante sui rilievi, fino a quote incredibili per il periodo, forse addirittura sotto i mille metri di altitudine soprattutto sulle Alpi e nel versante Adriatico dell’Appennino. Ma la neve potrebbe clamorosamente arrivare persino sulle vette più elevate della Sicilia, non solo sull’Etna ma oltre i 1.800/1.900 metri di altitudine anche sugli altri massicci isolani.

E’ ancora presto sbilanciarsi a tal punto: l’affondo polare dovrebbe raggiungere l’Italia venerdì 12 Agosto, per poi condizionare tutto il weekend di Ferragosto e con ogni probabilità anche l’attesissima giornata di lunedì 15, soprattutto al Centro/Sud e nelle Regioni Adriatiche. Ma azzardare i dettagli di questo nuovo episodio di forte maltempo in piena estate è ancora prematuro: potremo approfondire la previsione nei prossimi giorni.

Continuate a seguirci su https://www.meteoweb.eu/