Previsioni Meteo, brusco fronte freddo sull’Europa nel weekend: è la “rottura stagionale” di fine Agosto, Estate addio [MAPPE]

/
MeteoWeb

Quest’ultima settimana piena del mese di agosto in Europa è cominciata con una dorsale in rafforzamento sull’Europa occidentale, mentre una debole bassa pressione rimane sul Mediterraneo meridionale. Un’altra depressione viene spinta sull’Europa settentrionale e porta una massa d’aria molto più fredda. Nella giornata di oggi, mercoledì 22 agosto, una dorsale si estende dall’Europa occidentale verso le parti centrali e orientali del nostro continente, quindi l’ondata di caldo si rafforza e dovrebbe raggiungere il picco tra oggi e domani 23 agosto. Nelle mappe della gallery a corredo dell’articolo, potrete trovare le massime di Francia e Germania e del Mediterraneo, che localmente superano i 35°C.

Giovedì 23 agosto

L’estesa dorsale su gran parte d’Europa verrà poi spinta ulteriormente verso nord-est come conseguenza del rafforzamento della depressione nord-atlantica. Sull’Europa meridionale rimangono bassi geopotenziali, quindi persistono condizioni meteorologiche simili a quelle dei giorni scorsi: tempeste in lento movimento con la minaccia di alluvioni lampo e trombe marine.

Venerdì 24 agosto

La depressione sull’Europa nord-occidentale si rafforza mentre si sposta verso l’Europa centrale. Una massa d’aria molto più fredda sarà spinta sull’Europa occidentale, mentre l’aria resterà molto calda sull’Europa centro-orientale. Il cambiamento nella massa d’aria è visibile anche sulla mappa dell’instabilità che riporta indici CAPE disponibili su tutto il settore caldo. Il fronte freddo si estende dai Paesi baltici attraverso la Polonia centrale e la Repubblica Ceca verso le Alpi occidentali. Le condizioni saranno favorevoli per tempeste organizzate sulla regione alpina che sarà colpita da forte/estrema instabilità, che sarà più probabile per il Nord Italia e la Slovenia nel tardo pomeriggio di venerdì e nella notte tra il 24 e il 25 agosto. Saranno possibili supercelle con grandine di grandi dimensioni, forti venti e piogge torrenziali con la minaccia di alluvioni lampo mentre l’alta instabilità (2500-4000 J/Kg) potrebbe accumularsi a causa della massa d’aria molto umida sul Mar Adriatico settentrionale.

Sabato 25 agosto

La profonda depressione verrà spinta sull’Europa centrale, portando il fronte freddo verso sud-est sulla Penisola Balcanica. Una massa d’aria molto più fredda coprirà la regione alpina. Giornata molto fredda anche sulla Francia meridionale. Il deep layer shear sarà favorevole per una convezione organizzata sul Mediterraneo centrale, sull’Adriatico e sulla Penisola Balcanica occidentale.

Domenica 26 agosto

La profonda depressione si trasformerà in una grande bassa pressione, spinta sulla Penisola Balcanica settentrionale. Atteso un significativo calo delle temperature sull’area, circa 10°C in meno rispetto alla media del periodo.  Questo si combinerà con forti venti di Bora lungo la costa adriatica nordorientale: le raffiche potrebbero superare i 100 km/h localmente. Sarà una giornata molto fredda per l’Italia settentrionale, l’Austria, la Slovenia e la Croazia settentrionale.

Lunedì 27 agosto

Molto freddo su parti della Penisola Balcanica centrale quando il fronte si spingerà verso sud-est.

Martedì 28 agosto

Una massa d’aria molto fredda continuerà a muoversi verso sud lungo la Penisola Balcanica. Previste giornate molto fredde per la Serbia, la Romania e la Bulgaria. Le precipitazioni totali sulla regione alpina fino al 28 agosto rivelano impressionanti quantità locali: molte aree potrebbero ricevere 100-200 mm di pioggia nel weekend.