Previsioni Meteo: verso il Ponte dell’Immacolata con forte maltempo all’estremo Sud, poi arriva un Super-Anticiclone in tutt’Italia [MAPPE]

/

Previsioni Meteo – La situazione meteorologica sta per cambiare in modo significativo sull’Italia, dopo una fase di transizione in questi primi giorni di Dicembre. Mentre una nuova irruzione gelida sta per colpire l’Europa orientale, infatti, nel nostro Paese durante i prossimi giorni avremo un calo delle temperature soprattutto al Nord e nelle Regioni Adriatiche, mentre da Lunedì 5 Dicembre inizierà una pesante fase di maltempo all’estremo Sud e sulle isole maggiori. Proprio Lunedì inizierà a piovere in modo intenso nella Sardegna orientale, lungo la fascia tirrenica dell’isola; poi nella giornata di Martedì 6 i fenomeni perturbati si estenderanno a Sicilia, Calabria e Salento. Proprio in queste zone (Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia meridionale e Basilicata jonica) il maltempo durerà per 3-4 giorni, fino a Giovedì 8 Dicembre quando proprio nel giorno della Festa dell’Immacolata le condizioni meteorologiche inizieranno a migliorare con le ultime piogge residue e l’avanzata di ampie schiarite. Questa fase di maltempo interesserà soltanto l’estremo Sud: già in Campania, Puglia centro/settentrionale e Basilicata settentrionale avremo soltanto nubi sparse ma poche precipitazioni; al centro/nord invece bel tempo con sole pieno seppur con persistenza di nebbie e foschie ai bassi strati. Attenzione alla Sardegna sud/orientale, alla Sicilia meridionale e Jonica e alla Calabria Jonica, zone in cui tra Martedì 6 e Mercoledì 7 Dicembre si potranno verificare piogge torrenziali e bombe d’acqua.

La situazione cambierà ulteriormente nei giorni del Ponte dell’Immacolata, cioè nella seconda parte della prossima settimana: come possiamo osservare nelle mappe che pubblichiamo in alto a corredo dell’articolo, arriverà un Super Anticiclone delle Azzorre che farà aumentare le temperature in tutt’Italia in modo molto significativo, soprattutto in alta quota e al Nord/Ovest dove sulle Alpi si potranno superare i +22/+23°C ad alta quota. Un anticiclone destinato a durare a lungo, probabilmente addirittura fino a metà mese.