Santiago del Cile: una delle mete più gettonate per il 2018 [GALLERY]

/
MeteoWeb

Non tarda ad arrivare, anche quest’anno, Best in Travel 2018, la classifica stilata da Lonely Planet, come ogni autunno, per dispensare consigli sulle mete oggetto dei viaggi del 2018. A dominare la top ten dei Paesi assolutamente da visitare, il Cile, grazie a Santiago del Cile, popolarmenre chiamata Santiago, il centro più importante , nonché la capitale del Cile; oltre che la settima città più popolata del Sud America e la 35esima area più affollata del mondo. Dal grande fascino, collocata a oltre 500 metri d’altezza slm, sullo sperone roccioso di San Cristobal, vanta numerose attrazioni turistiche. Tra questa Plaza de Armas, cuore cittadino, luogo di ritrovo, con la sua singolare pavimentazione a scacchiera, nei pressi della quale è possibile ammirare imponenti strutture tra cui il Museo Historico Nacional che racconta la storia del paese dall’epoca precolombiana al 900, e le bellissima cattedrale di Santiago del Cile, dichiarata monumento nazionale nel 1951, dedicata a San Giacomo e costruita per volere di Pedro De Valdivia. Da non perdere il Museo d’arte precolombiana, che consente di conoscere la storia delle culture indigene dei popoli che hanno abitato il Cile (Quecha, Rpa Nui, Mapuche) e l’America centro-meridionale; la Moneda, ufficialmente Palacio de La Moneda, residenza ufficiale del presidente della Repubblica del Cile, divenuto famoso al mondo per il golpe dell’11 settembre 1973. Nei sotterranei sotto la piazza nasconde locali adibiti ad appartamenti ed uffici (bunker) costruiti per volere di Pinochet. Ed ancora: il Teatro Municipal de Santiago del Cile, in stile neoclassico; la Biblioteca Nazionale del Cile, il mercado central per ristorarsi con i prodotti enogastronomici tipici, tra cui il ceviche e la centolla e, per gli amanti della poesia, la casa di Pablo Neruda, poeta cileno morto proprio a Santiago del Cile, premio Nobel per la letteratura nel 1971. Oggi la casa porta il nome di casa-museo Chascona. Ma non è tutto. Da visitare il Museo de la Solidaridad Salvador Aliende, centro espositivo d’arte moderna e contemporanea, il Parque o’Higgins che ospita Movistar Arena, dove si tengono concerti ed eventi, il centro culturale Cupila Multiespacio, Fantasilandia, un grande parco divertimenti con emozionanti attrazioni per ragazzini e piccoli. La fondazione di Santiago del Cile risale al 12 febbraio 1541 ad opera di Pedro de Valdivia e a quel tempo si chiamava Santiago del Nuevo Extremo, in onore di San Giacomo e a ricordare che, come Santiago de Compostea rappresentava, per gli antichi, l’estrema terra abitata in Europa prima dell’Oceano inesplorato; così la nuova città avrebbe rappresentato l’estremo limite dell’esplorazione nel continente americano da poco scoperto. Parzialmente distrutta durante la Guerra di Indipendenza nel 1810-18, divenne capitale del Cile indipendente nel 1818. Se agli inizi del XIX secolo era solo una piccola città costituita da pochi edifici, negli anni 80 dell’800 l’estrazione del nitrato nel nord del Cile portò un’alta prosperità al paese, favorendo lo sviluppo della sua capitale.