Terrore in spiaggia: bagnante finisce in ospedale dopo i morsi di un pesce, non è il primo caso [FOTO]

"Il collo del piede le è stato letteralmente strappato e sanguinava pesantemente", ha riferito il marito della donna

/
MeteoWeb

Una coppia di Valladolid, in Spagna, con un bambino di 5 anni, ha concluso le proprie vacanze nella frazione di La Marina, a Elche, prendendosi un enorme spavento. Come riporta il giornale spagnolo “Information“, ieri a mezzogiorno la famiglia in questione si era recata in spiaggia per gli ultimi bagni prima della partenza, tuffandosi nell’acqua cristallina di Rebollo. La donna, 40 anni, si trovava quasi sulla riva, dove l’acqua le arrivava al ginocchio, quando ha iniziato ha gridare raggelando il marito. “Ha provato un grande dolore. L’urlo ha spaventato tutti noi“, ha dichiarato l’uomo che l’ha portata immediatamente fuori dall’acqua.

Il collo del piede le è stato letteralmente strappato e sanguinava pesantemente“, ha riferito il marito che insieme al bagnino l’ha portata al punto di soccorso, dove le è stato fatto un primo bendaggio. La donna è stata poi trasferita in ambulanza all’ospedale di Elche. Inizialmente i primi soccorritori e il marito stesso hanno pensato che la donna si fosse tagliata con un vetro, ma in ospedale i medici hanno riferito che la ferita era compatibile con il morso, che le ha reciso parte del tendine.

Oggi la famiglia, dopo tutte le cure del caso prestate alla donna, è tornata a Valladolid. Quella che sarebbe dovuta essere una vacanza perfetta si è conclusa con un grande spavento. La donna dovrà ora portare il gesso per almeno dieci giorni e assumere antibiotici per prevenire una possibile infezione.

L’attacco subito dalla 40enne non è il primo che si verifica nel corso di questa estate nella stessa zona. Lo scorso 11 luglio le tre spiagge di La Marina erano state chiuse ai bagnanti dopo che un pesce, probabilmente della stessa tipologia – ancora da individuare – che ha attaccato la donna, aveva morso due bambini di 7 e 10 anni.