Maltempo, la tempesta Alì sferza Regno Unito e Irlanda: venti a 143 km/h, blackout e voli cancellati [GALLERY]

  • Tempesta tropicale Helene
    Tempesta tropicale Helene
/
MeteoWeb

Il Regno Unito e l’Irlanda in queste ore sono colpite dalla tempesta Alì, la prima tempesta della stagione in Europa, che ha fatto irruzione dall’Atlantico portando con sé forti venti e precipitazioni intense. La tempesta segue i resti dell’ex uragano Helene che ha portato ritardi nei trasporti e blackout. Helene è arrivata sulle Isole Britanniche ad inizio settimana, portando venti di 120 km/h e intensi rovesci di pioggia sul Regno Unito, in particolare sulla Scozia e sull’Inghilterra settentrionale.

La tempesta Alì, invece, sta sferzando le aree settentrionali del Regno Unito, dove è in vigore un’allerta color ambra, con forti piogge e venti di quasi 137 km/h che mettono in pericolo vite umane. Purtroppo, infatti, è stata già registrata la prima vittima di questa tempesta: una donna di circa 50 anni ha perso la vita dopo essere precipitata con il suo caravan in un burrone sotto la spinta del vento nella contea di Galway, Irlanda, mentre alberi abbattuti e detriti portano alla chiusura delle strade. Proprio a Galway è stata registrata la massima intensità dei venti finora: 143 km/h. L’Irlanda ha posto 17 contee sotto allerta arancione, mentre un’allerta nazionale di colore giallo è in vigore fino alle 17 (ora locale) di oggi.

Sono attesi numerosi blackout e aeroporti e traghetti stanno subendo grandi ritardi. L’aeroporto di Dublino sta registrando ritardi e cancellazioni a causa dei forti venti e i passeggeri sono invitati a contattare le compagnie aeree prima di mettersi in viaggio verso l’aeroporto. Stessa situazione per gli aeroporti irlandesi di Cork e Shannon. Circa 55.000 case e aziende, soprattutto nelle parti sudoccidentali dell’Irlanda, sono senza energia elettrica. Un portavoce di Met Eirann, il servizio meteorologico dell’Irlanda, ha dichiarato che le aree più colpite sono le contee di Cork, Kerry e Limerick, mentre la tempesta continua a viaggiare verso nord.

Ampie aree dell’Inghilterra settentrionale, dell’Irlanda del Nord, del Galles e della Scozia sono colpite da forti venti di burrasca, con intense piogge e rovesci temporaleschi ad accompagnare il vento, che potrebbe far registrare picchi di 130 km/h nelle zone più elevate e lungo le coste. Stanotte i venti più forti dovrebbero diminuire, ma resteranno condizioni molto ventose nelle aree settentrionali.

Intanto, per i prossimi giorni sono in vigore allerte gialle su tutta l’Inghilterra e il Galles a causa dell’influenza di Alì. Anche il vento dovrebbe diffondersi verso sud con raffiche di circa 105 km/h che porteranno ulteriori disagi. Il Galles sarà colpito da forti piogge domani, giovedì 20 settembre. La prossima settimana inizierà con condizioni ancora più ventose su Inghilterra e Galles. Il Met Office, servizio meteorologico inglese, dichiara che per la prossima settimana esiste la possibilità dello sviluppo di “venti distruttivi sulle parti di Inghilterra e Galles attualmente esposte al rischio maggiore”.