Maltempo USA, 2 tempeste di sabbia in 2 giorni in Arizona: un muro di polvere avvolge le città, piogge torrenziali e forti venti [FOTO e VIDEO]

/
MeteoWeb

Un muro di polvere ha avvolto l’area metropolitana di Phoenix, capitale dell’Arizona, trasformando il giorno in notte per oltre un’ora a causa di una tempesta monsonica che ha prodotto tuoni, fulmini, forti venti e piogge torrenziali che hanno bloccato gli aeroporti e danneggiato le proprietà.

Secondo le autorità, al Phoenix Sky Harbor International Airport sono stati rinviati 125 voli a causa del passaggio della tempesta. Circa 30.000 persone sono rimaste senza energia elettrica nelle città di Apache Junction e Mesa a causa della tempesta, la seconda in due giorni. È difficile stabilire quando l’energia elettrica potrà essere riportata nell’area a causa dei pali distrutti.

I forti venti hanno scoperchiato parte di un appartamento a Phoenix, con i detriti che sono ricaduti sulle auto parcheggiate all’aperto. Una persona in un’auto è stata curata per ferite di lieve entità e 20 residenti sono stati evacuati. A Mesa, i vigili del fuoco riferiscono che un albero è caduto su una casa, lasciando intrappolato per poco tempo un 70enne, portato in ospedale in condizioni stabili.

L’ultima tempesta si è mossa da est ad ovest attraverso l’area, producendo oltre 25 mm di pioggia in alcuni punti e grandine su alcune strade. Fortunatamente, non sono stati riportati incidenti stradali. Questa, come accennato, è la seconda tempesta in due giorni per l’area, già colpita domenica 8 luglio da venti di 80 km/h che hanno creato tempeste di sabbia nell’area di Buckeye, circa 58 km a ovest di Phoenix. 21.000 residenti erano rimasti senza energia elettrica, che era stata riportata in quasi tutte le case colpite prima che sopraggiungesse la nuova tempesta.

Le tempeste di sabbia sono comuni durante la stagione monsonica dell’Arizona che va da metà giugno alla fine di settembre.