Terremoto, Camerino: arrivano i moduli di carta dell’architetto giapponese Shigeru Ban [GALLERY]

/
MeteoWeb

Permetteranno di garantire la privacy in una situazione di sofferenza psicologica, grazie alla semplice bellezza della carta e del tessuto: sono i moduli del ‘Sistema di partizioni in carta’ (Pps) portati a Camerino, nel Palazzetto dove sono ancora ospitati 200 terremotati dei 3.000 iniziali, dall’architetto giapponese Shigeru Ban, rappresentante del Voluntary Architects Network. L’architetto ha già installato oltre 3.800 unità Pps nei centri di accoglienza creati a seguito del Terremoto nell’est del Giappone (2011) e del Terremoto di Kumamoto (2016). “Stiamo montando 50 moduli – spiega l’assessore alle politiche giovanili e ai rapporti con la cittadinanza studentesca Leo Marucci – con i ragazzi dell’associazione #iononcrollo e con gli studenti di architettura di Camerino. I Pps sono composti da elementi rigidi di cartone pressato e da tende di tessuto leggero, in modo che le persone, le famiglie, stiano più raccolte. Nel Palazzetto sono rimaste persone molto anziane che non potevano essere spostate negli alberghi sulla costa, molti allevatori e coltivatori che debbono restare vicini alle loro attività e famiglie con problemi economici. Perché l’architetto ha scelto proprio Camerino? Shigeru Ban intervenne anche a l’Aquila, ma credo che sia rimasto colpito da Camerino – dice Marucci – per l’importanza storica del borgo e per l’Università”.

Camerino – continua l’assessore – non appare distrutta come altre città devastate dal Terremoto, perché è coperta dalle mura. Solo entrando ci si accorge della situazione, e credo che Shigeru Ban sia stato colpito da questo e che abbia visto una possibilità di rinascita, dando il suo contributo”. Questa è la prima occasione per Ban di installare i moduli Pps al di fuori del Giappone. Tra i suoi lavori, le soluzioni per i campi profughi in Rwanda dopo la guerra e quelle adottate dopo il Terremoto in Turchia (1999). Dopo il sisma del 2004 seguito dallo tsunami in Sri Lanka, ha anche progettato case per un villaggio di pescatori.