Terremoto Catania, l’analisi INGV: nell’area dell’Etna è in atto da diversi mesi un’intensa attività sismica

Il terremoto che ha colpito Catania questa mattina è stato avvertito da molte persone e ha interessato diverse località

  • Immagine 1 - Località entro 20 km dall'epicentro del terremoto
    Immagine 1 - Località entro 20 km dall'epicentro del terremoto
  • Immagine 2 - Mappa dei risentimenti in base alle risposte a Hai sentito il terremoto
    Immagine 2 - Mappa dei risentimenti in base alle risposte a Hai sentito il terremoto
  • Immagine 3 - Eventi localizzati in area etnea dal 1° settembre con magnitudo pari a 2 o maggiore
    Immagine 3 - Eventi localizzati in area etnea dal 1° settembre con magnitudo pari a 2 o maggiore
  • Distribuzione degli epicentri dal 1° settembre 2018 a oggi, con magnitudo pari a 2 o maggiore. Il cerchio rosso indica l'epicentro del terremoto dell'8 luglio 2019
    Distribuzione degli epicentri dal 1° settembre 2018 a oggi, con magnitudo pari a 2 o maggiore. Il cerchio rosso indica l'epicentro del terremoto dell'8 luglio 2019
/

Alle ore 6:38 italiane dell’8 luglio 2019 un terremoto di magnitudo Ml 3.9 (Mw 3.8) è stato localizzato in area etnea, ad una profondità ipocentrale di 18 chilometri. Il terremoto – come spiega l’INGV in un nota – è stato avvertito da molte persone e ha interessato diverse località. La tabella (immagine 1) mostra le località poste entro 20 chilometri dall’epicentro.

Il quadro del risentimento è fornito dalle risposte ai questionari online di ‘Hai sentito il terremoto. La mappa si aggiorna periodicamente in base alla compilazione dei questionari da parte di nuovi utenti. La mappa aggiornata in tempo reale è visibile nelle immagini a corredo dell’articolo (immagine 2).

La profondità ipocentrale elevata rispetto a quanto accade normalmente nell’area ha fatto sì che il risentimento sia stato su un’area vasta.

Nell’area è in atto da diversi mesi un’attività sismica che ha raggiunto e superato in alcune occasioni la magnitudo 4. Il 6 ottobre 2018 è avvenuto un terremoto di magnitudo Mw 4.6, durante la sequenza di Natale ci sono state due scosse il 24 dicembre 2018 (magnitudo Mw 4.0 e Mw 4.3) e la più forte del periodo il 26 dicembre 2018 (magnitudo Mw 4.9), infine il 9 gennaio 2019 si è registrato un evento di magnitudo 4.1. Il grafico presente nelle immagini correlate (immagine 3) mostra la sismicità registrata dal 1° settembre 2018 a oggi. Sono poco più di 360 le scosse con magnitudo uguale o maggiore a 2.