Terremoto Centro Italia, nuova forte scossa magnitudo 6.5: “crolli ovunque” [LIVE]

  • Teramo
    Teramo
/
MeteoWeb

Pochi minuti fa, intorno alle 07:40, una nuova forte scossa di terremoto ha fatto tremare gran parte d’Italia: l’epicentro è stato ancora una volta sull’Appennino, secondo il Centro Sismico Euro Mediterraneo di magnitudo 6.6, quindi più forte sia di quelle di mercoledì 26 ottobre che della notte del 24 Agosto ad Amatrice. Restiamo in attesa dei dati INGV e di info dalle zone più colpite. Intanto a Roma e Firenze s’è scatenato il panico.

Il premier Matteo Renzi è in contatto con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, che e’ a Rieti dopo la nuova forte scossa di Terremoto.  La scossa e’ stata avvertita anche a Bolzano. Al corpo permanente dei vigili del fuoco del capoluogo altoatesino sono giunte le chiamate di cittadini preoccupati.

Secondo l’INGV la scossa è stata di magnitudo 6.1 a 10km di profondità, con epicentro nella zona compresa fra Perugia e Macerata, precisamente a Piè di Colle e Campi, molto vicino a Norcia, nella parte più meridionale dello sciame in atto da giorni.

L’Istituto nazionale di geofisica ha ricalcolato la magnitudo della scossa delle 7.40 che sale a 6.5. 

Il Terremoto di magnitudo 6,5 e’ avvenuto nella zona a Sud-Est di Norcia e rientra nella stessa sequenza sismica che si e’ attivata il 24 agosto, con il Terremoto nel Reatino. “Il Terremoto di oggi e’ avvenuto sullo stesso sistema di faglie e fa parte della sequenza cominciata in agosto e che adesso sta procedendo”, ha detto il sismologo Alberto Michelini, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Pochi minuti dopo la scossa principale, alle 07:44, s’è verificata un’altra scossa di magnitudo 4.6 nella stessa zona. Poi, alle 07:48, nuovo terremoto di magnitudo 3.9 stavolta più a Sud, tra Accumoli e Amatrice.

Moltissime persone, non solo nelle zone terremotate, ma anche a Macerata citta’ e ad Ancona, sta lasciando momentaneamente le proprie abitazioni per paura di una scossa piu’ forte. Diverse famiglie trascorreranno la giornata fuori casa, per poi rientrare in serata. In tutte le Marche la gente e’ scesa in strada, si abbraccia, aspetta. Vengono segnalati anche diversi malori.

Terremoto, Marche devastate: crolli in 40 comuni, danni anche lungo la costa

“Registriamo crolli e danni in 40 comuni della provincia di Macerata, ma danni anche lungo la costa”. L’ha detto il dirigente della Protezione civile delle Marche Cesare Spuri a margine di una riunione operativa con il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli presso la Soi di Macerata. ”La zona piu’ colpita dal terremoto di oggi e’ quella della fascia mediana a ridosso della montagna” ha aggiunto Spuri. ”Gia’ con il sisma del 24 agosto erano 120 i comuni marchigiani colpiti, dunque potete farvi un’idea”.

Terremoto, decine di feriti: almeno due gravi

Nessuna vittima finora della forte scossa di magnitudo 6.5 che ha nuovamente colpito stamani il Centro Italia, ma cominciano ad arrivare notizie dei feriti, qualche decina secondo le prime informazioni, due dei quali sarebbero piu’ gravi. Crolli e danni dappertutto, e grossi problemi alla viabilita’ nelle zone colpite, a cominciare dalla Salaria, e i feriti devono essere portati via in elicottero. La strada che collega Visso con Norcia e’ crollata a circa due chilometri dal comune marchigiano ed e’ dunque totalmente inagibile. Interi borghi distrutti. Nel maceratese, il sindaco di Pievetorina ha chiesto aiuto: “abbiamo bisogno di mezzi, di container”, mentre il primo cittadino di Caldarola ha fatto sapere che l’80% delle case e’ inagibile, che la popolazione e’ tutta fuggita dalle abitazioni e che tutto il centro storico e’ ormai ‘zona rossa’. A Roma, dove i vigili del fuoco sono stati sommersi di richieste di intervento, crepe e cornicioni sono caduti alla Basilica di San Paolo, che e’ stata quindi chiusa per effettuare le verifiche. Verifiche anche nella basilica di San Lorenzo per frammenti di calcinacci caduti nella navata. Tutto a posto invece in Vaticano, dove i vigili del fuoco ha effettuato sopralluoghi. Nuovi crolli si sono verificati all’Aquila, a sette anni dal sisma del 6 aprile 2009. La circolazione ferroviaria e’ stata sospesa, in attesa di verifiche da parte dei tecnici Rfi, lungo le linee Foligno-Terontola, Orte-Falconara, Ascoli-Porto d’Ascoli, Terni-Sulmona, Pescara-Sulmona. Lungo la linea Roma-Firenze il traffico e’ rallentato fino a 30 minuti per un guasto. Intanto non si ferma lo sciame sismico: dopo la forte scossa delle 7,40 di magnitudo 6.5, almeno una cinquantina di scosse si sono susseguite nel corso della mattinata, delle quali una decina di magnitudo superiore a 4 e tutte le altre superiori a 3. E il Cnr non esclude “in linea teorica” altre forti scosse. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha deciso di cancellare gli appuntamenti pubblici che aveva in agenda oggi ed e’ in contatto costante con la Protezione civile.

Terremoto, abitanti di Norcia scortati fuori dal centro storico

Sono state scortate fuori dal centro storico di Norcia tutte le persone che erano scese in strada dopo la forte scossa di terremoto di stamattina. Vigili del fuoco, Carabinieri e protezione civile sono al lavoro per controllare che nessuno sia rimasto sotto le macerie all’interno della cittadina.

Terremoto, 3 persone estratte vive dalle macerie a Tolentino

Tre persone sono state estratte vive dalle macerie a Tolentino, dove si sono avuti diversi crolli a seguito dell’ultima scossa. Lo si apprende da fondi della Protezione civile. Non vengono segnalate al momento vittime.

Terremoto, il Sindaco di Santangelo: “qui crolla e si apre tutto”

”Io sono a Fano, dove vivo, ma mi dicono che ci sono stati crolli, che e’ un disastro! Si e’ aperta la terra, c’e’ fumo,un disastro. Mauro Falcucci, sindaco di Castelsantangelo sul Nera, cerchera’ di raggiungere il paese, gia’ devastato dal sisma del 26 ottobre., ma non e’ sicuro di farcela: ”le strade saranno chiuse”. ”Spero che i testoni che erano rimasti a Santangelo si siano spostati nella notte”.

Terremoto, il Sindaco di Arquata: “è venuto tutto giù”

“E’ venuto tutto giu’, ormai non ci stanno piu’ i paesi”. Cosi’ il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci dopo l’ultima scossa di magnitudo 6.1. “Per fortuna che erano zone rosse – aggiunge -. La poca gente che e’ rimasta e’ scesa in strada, si sta abbracciando. Adesso stiamo andando in giro per le frazioni per vedere quello che e’ successo”.

Terremoto, il Sindaco di Ussita: “è crollato tutto”

”E’ crollato tutto, vedo colonne di fumo, e’ un disastro, in disastro!”. Lo dice il sindaco di Ussita, uno dei comuni piu’ colpiti dal sisma del 26 ottobre, Marco Rinaldi, dopo l’ultima forte scossa. ”Dormivo in auto, ho visto l’inferno…””.

Terremoto, nuovi crolli anche a Gualdo, Amatrice e Accumoli

A Gualdo, Castelsantengelo di Nero e nella frazione di Nocelleto, dopo la forte scossa di stamane, ci sono nuovi danni. Lo riferiscono questa mattina gli inviati di SkyTg24. La fortissima scossa di Terremoto ha causato nuovi crolli e lesioni anche nei territori colpiti dal sisma del 24 agosto, Amatrice, Accumoli e in tutte le frazioni. Alcune zone sono momentaneamente senza corrente. In corso sopralluoghi per valutare l’entit+á dei nuovi danni. Ad Amatrice sono crollate la torre civica e la chiesa di Sant’Agostino a seguito della nuova forte scossa di questa mattina.

Terremoto: frati in ginocchio davanti la statua di San Benedetto di Norcia

Frati in ginocchio davanti alla statua di San Benedetto a Norcia con accanto cittadini impauriti. Immagini mostrate da Sky. Sullo sfondo appare la cattedrale della citta’ umbra interessata da diversi crolli.

Terremoto, il Capo della Protezione Civile delle Marche: “ci sono crolli ovunque, temiamo persone sotto le macerie”

“E’ stata una scossa molto forte. Ci segnalano crolli a Muccia, Tolentino, in tutto l’entroterra Maceratese, stiamo cercando di capire se ci sono persone sotto le macerie”. Lo ha detto il capo della Protezione civile delle Marche Cesare Spuri. “La scossa – ha aggiunto – e’ stata molto forte anche ad Ancona”.

Terremoto, verifiche in corso anche a Roma

La sindaca di Roma Virginia Raggi, non appena si e’ avvertita la scossa di Terremoto in citta’, si e’ messa in contatto con la protezione civile per verificare la situazione a Roma. In mattinata a quanto si apprende Raggi sara’ al lavoro in Campidoglio per monitorare la situazione.

Terremoto, a Norcia sono crollate la Basilica di San Benedetto e la cattedrale di Santa Maria

La Basilica di San Benedetto e la cattedrale di Santa Maria argentea, a Norcia, sono crollate: sono rimaste in piedi parte delle facciate e delle strutture.

Terremoto, a Norcia la gente prega in ginocchio in piazza

Dopo la fortissima scossa di terremoto di stamattina alcune persone in piazza a Norcia si sono inginocchiate e stanno pregando. La scossa è stata fortissima ed è stata avvertita in tutta l’Umbria.

Terremoto, il Sindaco di Fabriano: “vari danni”

”So gia’ che abbiamo danni, ma non ho notizie piu’ precise. La scossa e’ stata fortissima, nelle case sono caduti mobili, oggetti, c’e’ stato panico, la gente e’ scappata per strada…” Il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola ha riunito il Coc dopo la scossa di magnitudo 6.1 che ha svegliato la citta’. Gia’ 4 palazzi erano stati evacuati dopo il 26, e molti ieri dormivano nel Palasport.

Terremoto, Sindaco Ussita chiede elicottero per raggiungere Casali

Il sindaco di Ussita Rinaldi ha parlato al Tg1 di ulteriori crolli nel suo Paese e di strade bloccate. “Chiedo un elicottero per raggiungere la frazione di Casali che e’ attualmente bloccata. La’ ci sono delle persone” afferma il sindaco

Terremoto, notizie drammatiche da Norcia

Sono “notizie drammatiche” quelle che stanno giungendo da Norcia alla presidente della Regione Catiuscia Marini. Lo ha appreso l’ANSA. La presidente sta raggiungendo il centro di Protezione civile di Foligno per seguire la situazione. I vigili del fuoco parlano di un quadro ancora non chiaro ma di polvere vista alzarsi a Norcia, Cascia e Preci.

Terremoto, stop a metro di Roma

Per “verifiche tecniche” dopo il Terremoto, il servizio sulla metro A, B e B1 di Roma e’ “momentaneamente sospeso”. Lo annuncia il profilo Twitter di Atac, la municipalizzata dei trasporti di Roma. Sulla metro C si segnalano “lievi ritardi” per lo stesso motivo.

Terremoto, chiuso Ponte Romano a Rieti

E’ stato interdetto al traffico e sono in corso verifiche sul Ponte Romano che consente di accedere al centro storico di Rieti da piazza Cavour in seguito alle scossa della 7.40 di oggi.

Terremoto: due persone soccorse e salvate vicino Amatrice

Due persone sono state soccorse e messe in salvo subito dopo la forte scossa di Terremoto delle 7.40 a Poggio Vitellino, frazione di Amatrice. Sono in corso verifiche e interventi in tutte le frazioni e nel capoluogo comunale.

Terremoto, sospeso anche il traffico ferroviario

La circolazione ferroviaria su alcune linee dell’Umbria e Marche è sospesa per verifiche all’infrastruttura da parte dei tecnici di Rfi. Lo riferisce Fs a seguito della nuova scossa di TERREMOTO avvertita nel Centro Italia alle 7.40. In particolare, riferisce Fs, sono sospese per verifiche la linea Foligno – Terontola ; Orte – Falconara ; Ascoli – Porto d’Ascoli ; linea Terni – Sulmona ; Pescara – Sulmona.

Terremoto, a Camerino crolli diffusi ma nessun ferito

“Ci sono crolli diffusi, quasi tutti che hanno interessato palazzi già compromessi. Non abbiamo per ora notizia di dispersi o di morti, e questa è la notizia più importante”. Così Emanuele Fioroni, addetto stampa del sindaco di Camerino, collegato telefonicamente al giornale radio Rai.

Terremoto, crepe lungo la Salaria

Secondo un gruppo di volontari che operano nell’Ascolano, una profonda spaccatura si e’ formata sulla carreggiata della strada statale 4 Salaria nel territorio di Accumoli. La Salaria e’ un arteria vitale nei collegamenti fra il Sud delle Marche, Rieti e Roma. Nella vicina Arquata del Tronto il Terremoto di questa mattina ha causato nuovi crolli e pesanti danni alle strutture. Molte abitazioni pericolanti o a a rischio hanno ceduto. Residenri ospitati nelle strutture sono di nuovo fuggiti per strada, e molti gia’ si preparano per partire e andare sulla costa.

Terremoto, la protezione civile si mobilita

In seguito alla forte scossa registrata alle 7.40 tra le province di Macerata e Perugia il Capo Dipartimento Fabrizio Curcio ha immediatamente convocato tutti i vertici delle strutture operative presso la Dicomac di Rieti.  Alle 9.30, sempre presso la Dicomac, è fissato un punto di aggiornamento per la stampa.

Terremoto, chiuso cavalcavia Ostia

A seguito della scossa di terremoto delle 7.40 è stata diramata una nota generale a tutti i Gruppi della Polizia di Roma Capitale per immediato controllo territori di competenza. Contattata la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco per atti di controllo. Agenti del gruppo Mare stanno chiudendo il traffico stradale sul cavalcavia in Via Chierchia, a Ostia, a causa di crepa. Sul posto Vigili del Fuoco per verifiche. In zona Marconi, in via Cristofori 51 precipitato ascensore, nessun danno a persone perchè vuoto.

Aggiornamenti LIVE