Forte terremoto in Grecia, panico ad Atene: milioni di persone in strada [LIVE]

Forte scossa di terremoto in Grecia, panico ad Atene: milioni di persone in fuga in strada, le immagini in diretta

/
MeteoWeb

Panico ad Atene per una forte scossa di terremoto di magnitudo 5.1 che alle 13:13 ha colpito l’area più popolosa della Grecia, con epicentro tra Magoula, Elevsina e Fyli. La scossa è stata molto superficiale, con un ipocentro di appena 2km, ed è stata distintamente avvertita in tutta l’area metropolitana di Atene e de Il Pireo, dove vivono oltre 4 milioni di persone e si stimano oltre due milioni di turisti in questo periodo estivo. Tutti sono fuggiti dalle abitazioni e sono usciti in strada in preda al panico dopo una scossa così forte. Sono segnalati blackout telefonici: le telecomunicazioni sono completamente fuori uso in tutta l’area metropolitana.

Le prime segnalazioni non parlano di danni o feriti, ma le linee telefoniche hanno subito numerose interruzioni per mancanza di elettricità in diverse aree della capitale. I pompieri sono intervenuti in edifici dove alcune persone sono rimaste bloccate negli ascensori.Una scossa minore di assestamento è stata avvertita poco dopo.

Secondo il portavoce del governo, Stelios Petsas, non ci sono stati danni importanti, a parte il crollo di due case disabitate a Drapetsona e Petralona, e ci sono notizie del crollo di un altro edificio abbandonato a Ermou Street. Danni segnalati anche alle facciate, mentre nessuna conseguenza per l’Acropoli di Atene. Ad e nel Pireo sono state registrate interruzioni di corrente.

Non risultano feriti gravi, ma solo tre persone colpite da calcinacci, che non hanno riportato lesioni serie. “Si è sentita una scossa molto forte, abbiamo avuto molta paura – dice all’ANSA il giornalista Takis Tsafos -. L’epicentro, peraltro, è stato vicino alla superficie e nella stessa zona dove fu registrato il centro del sisma del 1999, di magnitudo 5.9 che provocò 143 morti. Per legge, hanno dovuto evacuare gli hotel e gli uffici pubblici. E tutti hanno iniziato a chiamare amici e parenti, quindi sono bloccate le linee telefoniche“. Gli edifici crollati sono a Ermou (strada dello shopping accanto a Piazza Syntagma), a Petralona, a poca distanza dall’Acropoli, e poi a Trapezona, presso il porto del Pireo, e nel porto stesso, dove e’ crollato un vecchio magazzino che non veniva piu’ utilizzato. “I vigili del fuoco ritengono che sotto le macerie non sia rimasto nessuno“, dice Tsafos.

Intanto alle 14:11 s’è verificata una scossa di assestamento particolarmente intensa, e nuovamente avvertita in modo distinto da tutti: è stata infatti di magnitudo 4.2.