Terremoto in India, epicentro nello stato di Manipur: le FOTO del disastro

  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

Il terremoto di magnitudo 6.8 che la scorsa notte ha colpito l’Asia meridionale con epicentro nello stato di Manipur in India, ha provocato almeno 10 morti e oltre 200 feriti. Secondo l’istituto geologico statunitense, l’epicentro del sisma è stato a 19 chilometri da Imphal in India, nello Stato di Manipur al confine con la Birmania, a 29 chilometri di profondità. La potente scossa è stata percepita in Bangladesh, Nepal e Birmania. A Imphal, le autorità locali hanno sinora notizia di sei morti e circa cento feriti, di cui 33 in gravi condizioni. Un palazzo in costruzione è crollato e i soccorritori stanno cercando gli operai che potrebbero essere rimasti bloccati sotto le macerie. All’aeroporto i voli proseguono normalmente, nonostante lievi danni all’edificio. Mentre la popolazione ha accusato il governo di non aver risposto in modo tempestivo, squadre di soccorso di Guwahati nel vicino Stato di Assam si sono dirette nella zona colpita. In Bangladesh, i media hanno parlato di tre persone morte per attacco cardiaco, mentre la polizia ha parlato di 90 feriti. Nessuna vittima o danno, invece, in Birmania, secondo il dipartimento meteo di Naypyitaw. Ecco le immagini del disastro: