Violento terremoto a Istanbul: scossa di magnitudo 5.9, epicentro nel mare di Marmara [AGGIORNAMENTI LIVE]

Violenta scossa di terremoto a Istanbul pochi minuti fa: panico nella megalopoli della Turchia, epicentro nel mare di Marmara

/
MeteoWeb

Una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 5.9 secondo i primi dati locali, ha colpito Istanbul – in Turchia – alle 12:59 italiane di oggi, pochi minuti fa (le 13:59 locali). La scossa s’è verificata nel mare di Marmara, con epicentro vicino la città costiera Silivri, al confine ovest di Istanbul, dove già martedì mattina c’era stato un terremoto di magnitudo 4.7 a cui erano seguite negli ultimi giorni numerose scosse di intensità minore. C’è grande apprensione per una delle aree a più alto rischio sismico del mondo: proprio dal Bosforo, infatti, passa la temibile  faglia nord anatolica.

Milioni di persone si sono riversate in strada per la paura. L’epicentro della scossa odierna s’è verificato in una delle zone più densamente popolate del mondo: Istanbul, infatti, con oltre 15 milioni di abitanti, è la sesta megalopoli del mondo per popolazione dopo le quattro grandi metropoli cinesi di Chongqing, Shanghai, Pechino e Tientsin e la città di Lagos in Nigeria.

Il bilancio provvisorio è di 8 feriti, diversi danni ad alcuni edifici, ma non ai ponti, e il panico tra la popolazione. Ospedali, scuole e università sono state evacuate. L’unico danno rilevante registrato è stata la caduta della punta di un minareto in una moschea di Avcilar, sulla sponda europea della metropoli sul Bosforo.

Il sindaco di Istanbul, Ekrem Imamoglu, ha emesso un comunicato con il quale tranquillizza i cittadini della metropoli sul Bosforo annunciando che 859 punti di raccolta sono gia’ stati individuati e alcuni gia’ attrezzati, dopo che alle ore 14 di oggi una scossa si terremoto di magnitudo 5,9 e’ stata avvertita nella citta’. “Il terremoto e’ una realta’ della natura con cui Istanbul deve fare i conti. Abbiamo individuato 859 punti di raccolta che la popolazione potra’ utilizzare in caso di allerta e nuove scosse. Alcuni sono gia’ pronti, per gli altri i lavori di allestimento proseguono”, ha rassicurato il neo sindaco di Istanbul. Imamoglu ha poi reso noto che non sono stati segnalati palazzi da abbattere in quanto pericolanti e che i danni registrati al momento riguardano le sommita’ di due minareti appartenenti a due diverse moschee, nei quartieri di Avcilar e Sariyer. Il sindaco ha ribadito che il censimento dei palazzi, per controllarne la tenuta antisismica in una zona in cui e’ atteso un terremoto di magnitudo superiore al grado 7, e’ uno dei primi impegni della giunta, insediatasi lo scorso giugno. Un impegno con la citta’ “piu’ volte rinviato dalle amministrazioni precedenti”. Dopo la scossa di magnitudo 5,8, sono state registrate altre 28 scosse di assestamento, la piu’ potente delle quali di grado 4,1, al largo del mar di Marmara, vicino la citta’ di Silivri, al confine nord ovest di Istanbul.

Le scuole saranno regolarmente aperte domani a Istanbul, nonostante la precedente ipotesi di tenerle chiuse per precauzione dopo lo sciame sismico che oggi ha interessato la metropoli sul Bosforo, facendo registrare la scossa piu’ forte alle 14 locali (le 13 in Italia) con una magnitudo di 5.9. Lo fa sapere la prefettura locale, spiegando che i relativi controlli di sicurezza sono stati effettuati fino a stasera in 7.060 edifici scolastici, che erano stati chiusi durante le ore pomeridiane come misura precauzionale.

Forte terremoto in Turchia, epicentro nel mare di Marmara: magnitudo 5.9, panico a Istanbul [VIDEO]