Terremoto, paura a Napoli per due scosse di terremoto nei vulcani: epicentro nel cratere del Vesuvio e alla Solfatara di Pozzuoli [MAPPE e DATI INGV]

/
MeteoWeb

Due scosse di terremoto hanno interessato stamattina l’area metropolitana di Napoli: la prima, alle 08:36, s’è verificata sul Vesuvio ed è stata di magnitudo 1.6 ad appena 2.8km di profondità con epicentro proprio nel cratere del vulcano, all’interno del Parco Nazionale. Dopo pochi minuti, alle 08:59, un’altra scossa di magnitudo 1.7 a 2.9km di profondità ha interessato l’area flegrea con epicentro a Pozzuoli, nella zona della Solfatara, proprio tra le case dove i cittadini hanno distintamente avvertito il movimento sismico. Entrambe le scosse, infatti, sono state molto superficiali di natura vulcanica.  Molta tensione si e’ registrata tra i residenti del quartiere Solfatara con gente in strada e genitori che si sono recati subito a ritirare i figli dalle scuole. Ad Agnano nel locale istituto Comprensivo le lezioni sono state interrotte appena dopo la campanella con i piccoli studenti che sono stati consegnati ai genitori. Anche in una scuola del centro storico di Pozzuoli si e’ registrata tensione tra i genitori che si sono recati a prelevare i figli. In allerta squadre di polizia municipale per vigilare sulla sicurezza. In altre scuole dei quartieri flegrei le lezioni continuano regolarmente.